Covid, «Lombardia presto in zona arancione». Ecco i tre ottimi motivi per sperare

Corriere della Sera INTERNO

«Non ho certezze, ma la situazione migliora e penso presto potremo presto diventare arancione».

Ci sono almeno tre ottimi motivi per cui la Lombardia settimana prossima diventi arancione, guadagnando quel minimo di normalità in più che il mondo dei commercianti ormai aspetta come ossigeno per uscire dall’apnea economica in cui sta sprofondando.

I numeri, i trend, le curve raccontano l’aria migliore che si respira in Lombardia. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altre testate

Così Emanuele Monti, Presidente leghista della Commissione Sanità e Politiche Sociali della Lombardia, in merito all’andamento dei contagi che potrebbe portare la Lombardia a passare in zona arancione da domani. (varesenews.it)

I dati di oggi:. - i tamponi effettuati: 54.280 (di cui 36.447 molecolari e 17.833 antigenici) totale complessivo: 8.514.418. - i nuovi casi positivi: 2.537 (di cui 145 ‘debolmente positivi’). - i guariti/dimessi totale complessivo: 644.850 (+2.705), di cui 5.276 dimessi e 639.574 guariti. (BresciaToday)

E al momento siamo ancora sopra la soglia critica: rispettivamente 286. L'ultimo monitoraggio prima di Pasqua, ha stabilito che sono in zona rossa Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Piemonte, Toscana, Valle d'Aosta, Campania, Calabria e Puglia. (IL GIORNO)

Coronavirus, oggi tantissimi decessi in Lombardia

Quindi credo che ci siano tutte le condizioni per poter chiedere la zona arancione» In vista delle decisioni del fine settimana il governatore è intenzionato a chiedere all'esecutivo di diminuire le restrizioni nella nostra regione. (La Gazzetta di Mantova)

Con 54.280 tamponi effettuati sono stati 2.537 i nuovi casi positivi: registrati in Lombardia, per una percentuale del 4,6%. Sono stati 130 i decessi, che portano il totale da inizio pandemia a 31.503 (L'Eco di Bergamo)

In questo caso oltre ai positivi ci sono anche i decessi, i guariti e in alcuni casi la fascia d’età Regione Lombardia diffonde quotidianamente un bollettino coi i dati relativi ai nuovi positivi emersi dall’elaborazione dei tamponi. (ilSaronno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr