I nuovi Troubles di Belfast per il "tradimento" di Boris Johnson

I nuovi Troubles di Belfast per il tradimento di Boris Johnson
Per saperne di più:
L'HuffPost ESTERI

They are an embarrassment to Northern Ireland and only serve to take the focus off the real law breakers in Sinn Fein

“Nessuno può trarne un guadagno - ha aggiunto - Chiediamo a tutte le parti di astenersi immediatamente da questi atti di violenza”.

Finora, nonostante la condanna unanime alle violenze, i principali partiti di governo dell’Irlanda del Nord si sono accusati a vicenda.

In una dichiarazione congiunta firmata sia dalla first minister del Dup, Arlene Foster, sia dalla vicepremier dello Sinn Féin, Michelle O’Neill, le violenze vengono bollate come “completamente inaccettabili”. (L'HuffPost)

La notizia riportata su altri media

Quest'ultimo in un tweet ha scritto: "Il modo per risolvere le differenze è attraverso il dialogo, non la violenza o la criminalità". I am deeply concerned by the scenes of violence in Northern Ireland, especially attacks on PSNI who are protecting the public and businesses, attacks on a bus driver and the assault of a journalist. (L'Unione Sarda.it)

Scene alle quali non si assisteva "da anni", ha affermato il vice capo della polizia dell'Irlanda del Nord, Jonathan Roberts, che ha parlato senza mezzi termini di tumulti organizzati. La ragione del malessere unionista è però il protocollo sull'Irlanda del Nord previsto dagli accordi sulla Brexit (AGI - Agenzia Italia)

E il ministro britannico per l'Irlanda del Nord, Brandon Lewis, è partito immediatamente per la regione per colloqui con le autorità locali. Ma questo ha creato un confine – perlomeno per l’import-export di merci – tra l’Irlanda del Nord e la Gran Bretagna. (la Repubblica)

Molotov, autobus in fiamme e scontri con la polizia: sesta notte di tensione in Irlanda del Nord – Il video

Ascolta l’intervista al professor Marchetti:. Il peso della Brexit. Le conseguenze prodotte dalla Brexit sembrano essere il motivo principale che ha scatenato le violenze. Il rischio sulla stabilità raggiunta con gli Accordi del Venerdì Santo. (Vatican News)

I manifestanti, che hanno definito Netanyahu ‘crime minister’, ritengono che il premier non possa rimanere in carica mentre è ancora sotto processo per corruzione (LaPresse)

I tumulti sono iniziati venerdì scorso proprio nella capitale nordirlandese per poi espandersi nelle altre città, tra cui Newtownabbey, poco fuori Belfast, e Carrickfergus, nella conta di Antrim. Da Belfast alle città costiere proseguono gli scontri e l’ombra dei troubles si allunga fino a Londra dopo il sesto giorno consecutivo di violenze. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr