Prezzo Benzina, non c'è tregua: il costo medio a fine gennaio

AutoMotoriNews ECONOMIA

L’ente del Mise indica che il prezzo medio nazionale della benzina in modalità “self” è aumentato a 1,785 euro al litro, mentre la scorsa settimana era a 1,782.

Prezzo benzina a fine gennaio: secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio, ritocchi al rialzo anche in questi ultimi giorni del mese. Anche il mese di gennaio è stato all’insegna degli aumenti del prezzo della benzina e degli altri carburanti tradizionali. (AutoMotoriNews)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Per quanto riguarda il diesel, il più recente rincaro riferisce di un +2,69 euro, che porta il costo a 1,647 euro al litro. Aumento della benzina, anche in questo caso dobbiamo sopportare dei rincari importanti, che ci accompagneranno per mesi e mesi. (INRAN)

Quello del gasolio è cresciuto di 2,69 centesimi (da 1,620 a 1,647). Il balzo del prezzo alla pompa, equivale su base annua, “a una stangata pari a 363 euro per la benzina e a 361 euro per il gasolio” sottolinea l’Unc. (Salernonotizie.it)

Il costo del gasolio è invece salito di 2,69 centesimi (da 1,620 a 1,647). Un salasso per le famiglie già alle prese col caro-bollette (L'Unione Sarda.it)

Benzina: Prezzo sale a 1,778 euro, massimo dal 2013. Il prezzo medio della benzina in Italia in modalità self è aumentato di 2,43 centesimi rispetto alla scorsa settimana (da 1,754 euro a 1,778), raggiungendo il massimo da settembre 2013. (Blunote)

Nelle ultime settimane il costo della benzina ha continuato ad aumentare, raggiungendo in un anno un +20,5% per la benzina e un 22,3% per il gasolio. Benzina alle stelle, il prezzo attuale. L’Unione Nazionale Consumatori ha stimato che per un pieno di 50 litri il costo, in una sola settimana, è aumentato di 1 euro e 22 centesimi per la benzina e di 1 euro e 35 centesimi per il gasolio. (Consumatore.com)

Ecco come difendersi. Questi prezzi sono terribili per le famiglie italiane che corrono ai ripari in vario modo. Secondo gli istituti di ricerca molte famiglie italiane sono cadute nella cosiddetta povertà energetica. (iLoveTrading)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr