NBA, LeBron si sfoga su Instagram: "Ero venuto a L.A. per darmi al cinema, no?"

Sky Sport SPORT

Quella ottenuta sul campo, a dire il vero non proprio inespugnabile, di Portland venerdì notte è stata la 7° vittoria dell'inizio di stagione fin qui balbettante dei Los Angeles Lakers. Vittoria arrivata soprattutto grazie alla prestazione maiuscola del capitano gialloviola LeBron James, autore di 35 punti (con 13/22 dal campo), 5 rimbalzi, 9 assist e 2 palle recuperate. Per James è stata la partita numero 108 in maglia Lakers conclusa con più di 30 punti a tabellino e il diretto interessato l'ha ritenuta l'occasione giusta per concedersi uno sfogo social. (Sky Sport)

La notizia riportata su altri giornali

I gialloviola sono di privi Gabe Vincent e Jarred Vanderbilt, mentre Jalen Hood-Schifino è disponibile per la prima volta in stagione. I texani non dispongono di Amen Thompson e Victor Oladipo. Ham schiera Russell, Prince, Reddish, James e Davis; Udoka replica con VanVleet, Jalen Green, Brooks, Smith Jr. (LakeShow Italia)

Si alza il sipario sulla regular season NBA 2023-24 , una maratona di 82 partite che porterà ai playoff e alle Finals, l'atto conclusivo con la consegna del Larry O'Brien Trophy. (Eurosport IT)

Il Trash Talking con Dillon Brooks e il tiro libero sbagliato coi Lakers sul +1: le parole di LeBron James (Dunkest)

Partita decisamente equilibrata quella tra Los Angeles e Houston, entrambe le squadre dimostrano di non voler arrendersi e di puntare alla vittoria, ma, a fare la differenza, ci pensa ancora una volta LeBron James, che, dopo lo sfogo social in cui aveva scritto: “Però ero venuto qui per dedicarmi al cinema, no? Non è quello che avete detto tutti?”, dopo aver pubblicato il tabellino della gara contro Portland, si rende ancora una volta decisivo per L. (SNAI Sportnews)

Ogni confronto fra LeBron James e Dillon Brooks fa parlare di sé. (BasketUniverso)

Decisiva una schiacciata a un minuto dalla sirena di Kristaps Porzingis, che impreziosisce così una grande prova da 26 punti, 8 rimbalzi e 6 stoppate. Il duello per la vetta della Eastern Conference prosegue più serrato che mai. (Eurosport IT)