Rete unica: Open Fiber pronta a prendersi tutta l’infrastruttura di TIM?

MondoMobileWeb.it ECONOMIA

Leggi anche: Open Fiber e TIM, CDA straordinari: via libera al protocollo d’intesa sulla rete unica?

Stasera 29 maggio 2022 si svolgeranno i Consigli di Amministrazione straordinari di TIM, Open Fiber e Cassa Depositi e Prestiti (CDP), quest’ultima azionista sia di TIM che di Open Fiber.

Nel nuovo piano industriale di TIM che prevede il superamento del modello d’integrazione verticale e quindi con la separazione della rete fissa TIM dai servizi, Open Fiber dovrebbe diventare la società unica della rete. (MondoMobileWeb.it)

Su altri giornali

Cdp e Tim insieme a Kkr e Macquarie hanno trovato l'intesa su un memorandum non vincolante in cui le parti si impegnano entro il 31 ottobre prossimo per accordi vincolanti per la rete unica. (Tiscali Notizie)

Il progetto, però, non piaceva a tutto l'arco costituzionale perché prevedeva sostanzialmente che Tim detenesse la maggioranza della nuova entità. Nella remota ipotesi che si conservi lo status quo, invece, Palazzo Chigi avrà comunque delineato un percorso preciso per raggiungere l'obiettivo. (ilGiornale.it)

L’impegno di tutte le parti in causa è quello di arrivare alla firma di un accordo vincolante entro il prossimo 31 ottobre, che sarà ovviamente sottoposto alla definitiva approvazione dei cda e delle autorità regolatorie Cinque mesi per il via libera definitivo alla Rete unica in fibra ottica tra le infrastrutture di Tim e quelle di Open Fiber sotto la regia della Cassa depositi e prestiti (Cdp), che della rete è l’azionista di controllo. (Notizie - MSN Italia)

Il memorandum prevede che la nuova società sia controllata da Cdp Equity e partecipata da Macquarie (azionista di Open Fiber) e Kkr, il fondo americano azionista di FiberCop, la rete secondaria di Tim. (Notizie - MSN Italia)

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno. Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi (Borsa Italiana)

A Golfo Aranci verranno sostituiti complessivamente circa 4.500 contatori e le operazioni si concluderanno entro Agosto 2022. La data relativa al singolo intervento sarà comunicata tramite avvisi esposti, con qualche giorno di anticipo, all’ingresso degli immobili interessati dalla sostituzione. (Sardegna Reporter)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr