Alce liberato da uno pneumatico incastrato intorno al collo

Automoto.it ESTERI

Murdoch e i suoi colleghi hanno stimato che l'alce ha perso circa 16 chilogrammi con la rimozione del pneumatico, le corna e i detriti all'interno del pneumatico

I funzionari della fauna selvatica del Colorado hanno notato un alce che fuggiva vagando per le colline con una ruota di un'auto al collo.

Gli agenti dell'agenzia hanno dovuto tagliare le corna a cinque punte dell'alce per rimuovere l'ingombro perché non potevano tagliare l'acciaio nel tallone del pneumatico. (Automoto.it)

Ne parlano anche altre fonti

Una guardia forestale stava conducendo un’indagine sulla popolazione delle pecore bighorn e delle capre di montagna quando ha notato l’alce che aveva al collo uno pneumatico. Da allora l’animale selvatico è stato avvistato altre volte, soprattutto è stato ripreso dalle telecamere del posto mentre si aggirava tra le contee di Park e Jefferson (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Ora finalmente il giovane esemplare di wapiti, una sottospecie di cervo nobile americano, è stato liberato dalle guardie forestali del Colorado Parks and Wildlife, negli Stati Uniti Per liberarlo dal giogo, i forestali del Colorado Parks and Wildlife hanno dovuto sedarlo e tagliargli le corna (che ricresceranno). (Ohga!)

Thanks to the residents just south of Pine Junction on CR 126 for reporting its location, wildlife officers were able to free it of that tire Saturday Viveva effettivamente da due con uno pneumatico al collo e non c’è stato verso di liberare diversamente questo wapiti dal suo incredibile giogo. (greenMe.it)

The saga of the bull elk with a tire around its neck is over. L’animale si sarebbe infatti potuto prima o poi impigliare nei rami degli alberi, nella recinzione o persino nelle corna di un altro wapiti. (greenMe.it)

Sfortunatamente le operazioni sono state più complesse del previsto, non potendo rimuovere il copertone, la cui anima era in acciaio, i soccorritori hanno dovuto loro malgrado tagliare le corna a cinque punte del grosso animale, del peso di circa 270 chilogrammi. (Tiscali.it)

Così dopo due anni finalmente, una volta individuato, è iniziata l’operazione di soccorso. I loro habitat sempre più ristretti per far si che noi possiamo costruire sempre più palazzi, più strade, più centri commerciali. (www.amoreaquattrozampe.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr