Dieci minuti di ossigeno su Marte

Dieci minuti di ossigeno su Marte
Per saperne di più:
Zai.net SCIENZA E TECNOLOGIA

Trudy Kortes, direttore delle dimostrazioni tecnologiche con la Space Technology Mission Directorate della NASA, ha affermato in una dichiarazione che Moxie: "Non è solo il primo strumento per produrre ossigeno su un altro mondo

È accaduto a bordo di un veicolo che ha condiviso elettrochimicamente gli atomi di ossigeno delle molecole di anidride carbonica.

Tutto è stato possibile grazie a uno degli strumenti del rover Perseverance della Nasa: Moxie che è in grado di produrre fino dieci grammi di ossigeno l’ora . (Zai.net)

Ne parlano anche altre fonti

Un altro imprevisto si era registrato durante il primo tentativo di volo, quando Ingenuity non era riuscito a passare alla modalità di volo come previsto. Il quarto volo è stato progettato per spingere ancora di più quei limiti (MeteoWeb)

Non ci resta che attendere i risultati del test odierno, sempre che tutto fili . per chi in questi giorni si fosse distratto con le immagini disu Marte, la faccenda è . (Zazoom Blog)

- infoitscienza : Ingenuity vola per la terza volta e invia foto a colori di Marte - SorrisoCattivo : Ingenuity Vola su Marte | Il Linguaggio dei Capodogli | Science News -. (Zazoom Blog)

Aggiornamenti dal sistema solare: aprile 2021

La missione SpaceX Crew-2 della NASA ha lanciato quattro astronauti sulla stazione spaziale e abbiamo selezionato SpaceX come partner per costruire lander per le missioni Artemis. Mi piace: Mi piace Caricamento (Fede e Ragione)

La fase successiva della missione di Rotocraft va oltre l’originale dimostrazione tecnologica della durata di un mese. “Vogliamo davvero trascorrere molto tempo dove siamo, quindi è una specie di coincidenza”, ha affermato Ken Farley, scienziato del Project Perseverance (pt agency news)

Infine, Voyager 1 e Voyager 2 sono ancora operative dopo oltre 40 anni nel loro allontanamento dal sistema solare. Credit: ISAA/Vespia. Gli aggiornamenti per questo mese sono giunti al termine, continuate a seguirci e ci risentiamo il prossimo mese con gli aggiornamenti dal sistema solare! (AstronautiNEWS)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr