Ambasciatore Attanasio, attentato in Congo: svolta nelle indagini

Ambasciatore Attanasio, attentato in Congo: svolta nelle indagini
Approfondimenti:
Virgilio Notizie INTERNO

Sicuramente dentro il Pam qualcuno sapeva che la scorta non era efficace”, concludeva con amarezza la donna

“Luca – affermava la moglie – è stato invitato dal Programma alimentare mondiale per una visita su un progetto del Pam per le scuole.

Il pm Sergio Colaiocco della Procura di Roma, che sta cercando di far luce sulla vicenda, ha notificato al funzionario l’avviso di Garanzia.

Ambasciatore Attanasio, attentato in Congo: svolta nelle indagini Svolta nelle indagini riguardanti la morte dell'ambasciatore Attanasio e del carabiniere Iacovacci, deceduti in Congo lo scorso 22 febbraio. (Virgilio Notizie)

La notizia riportata su altri media

Si tratta di un congolese responsabile della sicurezza del convoglio sul quale viaggiavano le vittime. Si tratta di un funzionario del Programma alimentare mondiale (Pam) accusato di omesse cautele in relazione all'omicidio dei due italiani. (Il Piccolo)

C’è un primo indagato in relazione all’omicidio dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci, uccisi in un agguato da parte di un gruppo armato che voleva sequestrarli lo scorso 22 febbraio nella Repubblica Democratica del Congo (Adnkronos)

Al loro posto c’erano Attanasio e Iacovacci. La risposta (riferita dal carabiniere ucciso al collega) fu che gli avrebbero fatto sapere cosa si riusciva a organizzare (Corriere della Sera)

Luca Attanasio, un funzionario Onu indagato per l’attentato in Congo in cui morì l’ambasciatore

Congo, Barbaro e Rauti di FdI: "Sconcertante la morte del governo sulla morte di Attanasio". Resta invece senza indagati il filone principale dell'inchiesta, nel quale si ipotizza il reato "sequestro con finalità di terrorismo". (Liberoquotidiano.it)

L’ambasciatore e il carabiniere sono morti nel corso di “un intenso conflitto a fuoco” e raggiunti dagli spari della banda che aveva tentato di sequestrarli. A nulla è valso il tentativo del militare dell’Arma di allontanare il nostro diplomatico dalla linea di fuoco (Il Sole 24 ORE)

Fra questi uno di loro, un funzionario del Programma alimentare congolese, è stato indagato per il reato di omesse cautele . A tre mesi dalla morte di Luca Attanasio, ambasciatore italiano in Congo, c’è una svolta nelle indagini. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr