Sindaco arrestato nel Milanese: regalava mascherine ad amici e parenti

Yahoo Notizie INTERNO

In zona arancione, invece, la didattica in presenza dovrà svolgersi per gli alunni dell'infanzia, delle elementari e di tutte le classi fino alla terza media.

ove regioni in rosso e tutte le altre, comprese le province autonome di Trento e Bolzano, in arancione.

È prevista anche l'estensione delle misure della ‘zona rossa' in caso di incidenza di contagi, superiori a 250 casi ogni 100mila abitanti e nelle aree con una consistenza di circolazione delle varianti. (Yahoo Notizie)

Ne parlano anche altre fonti

Ma che Nucera mette a disposizione di amici e parenti. Inoltre il sindaco di Opera, nei primi mesi della pandemia, ha arbitrariamente distribuito a stretti congiunti e a dipendenti comunali circa 2000 mascherine chirurgiche che la Città Metropolitana e la Protezione Civile avevano destinato alle locali Rsa e farmacia comunale (Corriere della Calabria)

Secondo le indagini, in totale, sono state da lui indebitamente 'distratte' 2.880 mascherine, prevalentemente alla farmacie comunali che avrebbero dovuto distribuirle alla popolazione ma, in più occasioni, come testimonierebbero anche delle intercettazioni, anche alla rsa presente nella frazione di Noverasco (Milano) (Rai News)

Arresto sindaco Opera: gare comunali affidate in cambio di ristrutturazioni private, i primi dettagli. In tale contesto, sono state inoltre accertate ulteriori e più gravi condotte delittuose di natura ambientale, diretta conseguenza della cronica deregolamentazione e dell’allentato controllo formale che caratterizzano la macchina amministrativa del Comune di Opera. (Giornale dei Navigli)

Appalti e veleni, la politica disinvolta del sindaco di Opera

Così chiedeva, intercettata dai carabinieri, l’ex moglie del sindaco di Opera (Milano) Antonino Nucera, arrestato e posto ai domiciliari, oggi, insieme alla dirigente dell’ufficio tecnico del Comune e ai tre imprenditori per una vicenda di appalti e corruzione. (Salernonotizie.it)

Duemilaottocentottanta mascherine destinate alle Rsa del suo territorio usate per sé e parenti e amici; smaltimento illecito di rifiuti speciali. Tutto questo succedeva un anno fa in quella prima fase in cui le mascherine erano un bene raro. (leggo.it)

E si chiama corruzione quell'intreccio, documentato dai carabinieri, che doveva portare Marino e Corona a vincere i lavori per il campo comunale. Carta vince, carta perde, al suk degli appalti gestito dal sindaco forzista di Opera Tonino Nucera, erede del leghista sceriffo Ettore Fusco, oggi suo vice. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr