App installata nei cellulari dei criminali, l'Fbi incastra così 250 malviventi in tutto il mondo

App installata nei cellulari dei criminali, l'Fbi incastra così 250 malviventi in tutto il mondo
Altri dettagli:
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Un’applicazione di messaggistica istantanea per soli criminali, utilizzata per organizzare assassinii, traffici di droga e di armi.

“Un criminale doveva conoscere un altro criminale per ottenere questo materiale – ha spiegato la polizia australiana -.

L’operazione è stata denominata ‘Ironside’ in Australia e ‘Trojan Shield’in tutto il mondo

È questo lo stratagemma con cui l’Fbi, la polizia federale americana, è riuscita ad incastrare e arrestare oltre 250 malviventi in tutto il mondo. (Il Fatto Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Come funzionava Anom. Anom si può infatti definire un vero e proprio cavallo di Troia: l'FBI ne ha assunto il controllo nel 2018, quando ancora era sostanzialmente sconosciuta, e ne ha curato lo sviluppo e la crescita esattamente come farebbe un'azienda. (Tech Fanpage)

Anom: con la finta app l’FBI incastra centinaia di criminali. Il Federal Bureau annuncia un’operazione “sotto copertura” che ha del clamoroso. Un’operazione geniale, che ha richiesto tre anni ma ha portato a risultati strepitosi in termini di lotta al traffico di droga. (Security Info)

In Australia sono state arrestate 224 persone e sequestrate 104 armi da fuoco e 45 milioni di dollari in contanti, in Nuova Zelanda 35. «È stata una delle operazioni più estese e sofisticate mai portate a termine fino a ora nella lotta contro le attività criminali criptate», ha commentato il vicedirettore delle operazioni di Europol, Jean-Philippe Lecouffe. (Leggo.it)

Una App come infiltrata speciale. E l'Fbi fa la retata dei superboss

Oltre 800 persone sono state arrestate in diverse parti del mondo in una massiccia operazione contro la criminalità organizzata, grazie all’infiltrazione della polizia in un’app utilizzata per scambiare messaggi in codice tra criminali. (Corriere del Ticino)

La polizia non ha creato un’app che raggiungesse i criminali, ma questi si erano iniziati a servire di ANoM, e attraverso questa applicazione, criptavano migliaia di messaggi ogni giorno, per attività illecite. (ContoCorrenteOnline.it)

Gli esperti informatici dei federali Usa elaborarono così la app AN0M – attraverso la copertura di un’azienda di facciata – e utilizzarono i loro infiltrati per diffonderla e promuoverla tra i criminali. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr