Spacchettamento e tensioni in M5s-Pd frenano partita sottosegretari

Spacchettamento e tensioni in M5s-Pd frenano partita sottosegretari
Altri dettagli:
Tiscali.it ESTERI

Tra questi il Mise: ma sullo scorporo dell'energia dal ministero del leghista Giancarlo Giorgetti la discussione è ancora aperta.

Nel gruppo dei pentastellati, lacerato dalle espulsioni, è in atto un tutti contro tutti che tuttavia dovrebbe portare alla conferma dei sottosegretari e viceministri uscenti.

(askanews) - Non è ancora chiusa la partita dei sottosegretari del governo Draghi.

I dem vorrebbero confermati anche Matteo Mauri all'Interno, Antonio Misiani al Mef e Roberto Morassut all'Ambiente (ora Transizione ecologica)

Ai 5 stelle, ridimensionati dalla decisione di 40 parlamentari di votare no alla fiducia, dovrebbero spettare 11 o 12 sottosegretari. (Tiscali.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Zingaretti dovrebbe consegnare una lista con 5 donne e due (o tre) uomini. Lo schema dovrebbe essere pronto: M5s (12), Pd (7/8), Forza Italia (6/7), Lega (6/7), Italia Viva (3), Leu (2), Azione (1/2), Centro Democratico-Misto (1). (ilGiornale.it)

Sul tavolo del sottosegretario alla presidenza, Roberto Garofoli, cui il premier ha passato il dossier, giacciono i desiderata dei partiti di maggioranza. di Ettore Maria Colombo A meno di accelerazioni improvvise, è difficile che la partita dei sottosegretari si chiuda oggi. (QUOTIDIANO.NET)

I pentastellati sperano di portare a casa 11-12 caselle, ma i più pessimisti parlano addirittura di 10 posti a disposizione del M5S. Nel Consiglio dei ministri del mattino, in gran parte focalizzato sulle nuove norme anti Covid, non hanno trovato spazio i nuovi sottosegretari del governo Draghi. (Adnkronos)

[il caso] Draghi ancora alle prese con il sottogoverno tra i veti incrociati di tutti su tutto

In ottica quote rosa ci sarebbe anche Lucia Borgonzoni, ex candidata alla presidente della Regione Emilia-Romagna, ma con poca esperienza nel mondo della scuola. Governo Draghi, la partita dei sottosegretari non si chiude: oltre a Pittoni (Lega) spunta Floridia (M5S) Di. (Orizzonte Scuola)

Stop allo spostamento tra le Regioni prolungato per altri trenta giorni e una linea quella del Presidente del Consiglio Draghi che tende a rafforzare i dialogo e la condivisione con gli amministratori locali, senza cedere sulla linea del rigore, imposta dai numeri e dalla diffusione delle varianti, che continuano a incidere in modo sempre più evidente sulla curva dei contagi (TG La7)

Rassegnato, il sottosegretario Garofoli, cui il premier ha delegato la partita del sottogoverno, ha ricominciato a fare i conti. Ma forse anche venerdì dopo il Consiglio europeo da remoto in cui giovedì e venerdì Draghi farà il suo esordio da premier. (Tiscali Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr