Trattato Italia-Francia, Draghi e Macron siglano il patto davanti a Mattarella: intensa stretta di mano e…

Trattato Italia-Francia, Draghi e Macron siglano il patto davanti a Mattarella: intensa stretta di mano e…
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Alla firma del patto è seguita una lunga e intensa stretta di mano tra il premier Draghi, il presidente Macron e Mattarella, al termine della quale è scattato un applauso

La cerimonia si è svolta al Quirinale ed erano presenti anche i ministri degli Esteri, Luigi Di Maio e Jean-Yves Le Drian.

Il premier Mario Draghi e il presidente francese Emmanuel Macron hanno firmato il “Trattato tra la Repubblica Italiana e la Repubblica Francese per una cooperazione bilaterale rafforzata” alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella (Il Fatto Quotidiano)

Su altri media

Alla firma del Trattato del Quirinale è seguita una lunga e intensa stretta di mano tra il premier Mario Draghi, il presidente francese Macron e il capo dello Stato Sergio Mattarella, al termine della quale è scattato un applauso (La Stampa)

Lo ha sottolineato il presidente Sergio Mattarella incontrando al Quirinale il presidente francese Emmanuel Macron «La rafforzata cooperazione tra Italia e Francia deve avere l'obiettivo di portare all'interno dell'Ue la necessaria ambizione. (Il Messaggero)

(LaPresse) – Il presidente della Francia, Emmanuel Macron, è arrivato al Quirinale per incontrare il capo dello Stato Sergio Mattarella, in vista della firma del del ‘Trattato per una cooperazione bilaterale rafforzata’. (LaPresse)

Si salda l'asse Draghi-Macron. Via al Trattato del dopo Merkel

È un accordo bilaterale tra Francia e Italia: prende spunto dal trattato di Aquisgrana, che Parigi sottoscrisse con la Germania nel 1963. Alla Presidenza francese non fanno altro che sottolineare il feeling tra Macron e Draghi (La Stampa)

Assicurato il fronte italiano, con una partnership che metterebbe al sicuro gli investimenti francesi e ricomporrebbe antiche e mai sopite rivalità con Roma, Macron si può così concentrare su un semestre europeo che per lui significa molto. (InsideOver)

Primo appuntamento in agenda, un incontro con Sergio Mattarella, convinto che «la firma del Trattato per una cooperazione bilaterale rafforzata» sia «un risultato importante». Insomma, un rapporto più forte tra Italia e Francia «contribuisce a costruire un'Unione europea più forte». (il Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr