Gratta e vinci, vittoria e sequestro: un caso incredibile

Gratta e vinci, vittoria e sequestro: un caso incredibile
Approfondimenti:
kronic INTERNO

Il piastrellista quarantenne, protagonista delle vincite, si è visto sequestrare dalla Procura di Verona l’intero bottino al netto delle trattenute, ben due milioni e quattrocentomila euro.

Un desiderio comune agli italiani che tentano la fortuna comprando i gratta e vinci.

Un uomo è diventato milionario nel giro di pochissimo tempo con ben due vincite grazie ai cosiddetti “grattini”.

La vincita ottenuta con due gratta e vinci è stata sequestrata. (kronic)

Su altre fonti

Lo scorso 4 febbraio aveva vinto un milione di euro con un biglietto preso in una tabaccheria nel Modenese, poi il 24 dello stesso mese altri due milioni con un biglietto acquistato a Garda (Verona) assieme ad un amico, un veronese di 47 anni. (La Gazzetta di Mantova)

L’uomo, da 3 anni in Italia, lavora come piastrellista. Nessun riscontro, dalle verifiche svolte dalla Guardia di Finanza, su irregolarità o misteriose “soffiate” da parte di tabaccherie compiacenti, ma solo fortuna per il cittadino brasiliano che vive in provincia di Mantova. (Il Fatto Quotidiano)

È successo in provincia di Mantova. È stata ‘soltanto’ fortuna, non altro. Ciò perché non c’è stato alcun riscontro da parte della Guardia di Finanza su irregolarità o misteriose ‘soffiate’ da parte di tabaccherie compiacenti (BlogSicilia.it)

Doppio "Gratta e Vinci" milionario, la Procura: è stata solo fortuna

Lo ha annunciato il sostituto procuratore della repubblica Alberto Sergi, che al 'Corriere del Veneto ha riferito di aver archiviato il fascicolo di inchiesta. (Gazzetta di Parma)

Inchiesta archiviata. L’inchiesta è invece stata archiviata e la cifra tornerà invece al legittimo vincitore. Nessun riscontro, quindi, dalle verifiche svolte dalla Guardia di Finanza, su irregolarità o misteriose "soffiate" da parte di tabaccherie compiacenti, ma solo parecchia fortuna (il Resto del Carlino)

Il cittadino brasiliano che vive in provincia di Mantova aveva vinto in pochi giorni 2,4 milioni con due tagliandi. Il sostituto procuratore: nessun riscontro su presunte soffiate. Torneranno al legittimo vincitore i 2,4 milioni di euro vinti per due volte in 20 giorni al "Gratta e Vinci", sequestrati per accertamenti dalla magistratura veronese. (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr