Nuovo decreto legge anti Covid in Consiglio dei ministri: fino al 27 marzo stop agli spostamenti tra Regioni

Nuovo decreto legge anti Covid in Consiglio dei ministri: fino al 27 marzo stop agli spostamenti tra Regioni
San Marino Rtv INTERNO

La ministra agli Affari Regionali Mariastella Gelmini aveva promesso alle Regioni “decisioni tempestive, ma condivise”, per placare le polemiche sulle disposizioni comunicate all'ultimo minuto.

dalla corrispondente Francesca Biliotti. Ancora stop agli spostamenti tra Regioni fino al 27 marzo, resta anche la regola che limita le visite alle abitazioni private a due adulti, con in più solo i figli minori di 14 anni. (San Marino Rtv)

Su altre fonti

Proprio per quel che riguarda li spostamenti verso le abitazioni private, però, il nuovo Dl Covid non li consente nelle zone rosse Inoltre, il Dl conferma le limitazioni nelle zone gialle e arancioni comprese quelle di orari e numero di persone per gli spostamenti per le visite private. (AGIMEG)

2' di lettura. Fano 22/02/2021 - Prorogato al 27 marzo il divieto di spostamenti fra Regioni e stop alle visite a parente e amici una volta al giorno nelle zone rosse. Confermate tutte le limitizioni già in vigore, come il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino ma vengono ristrette le visite a parenti e amici. (Vivere Fano)

Il Consiglio dei ministri ha approvato, a quanto si apprende da fonti di governo, il decreto legge Covid. (L'Arena)

Approvato il nuovo Decreto Legge: no a spostamenti tra regioni fino al 27 marzo e alle visite a parenti e amici in zona rossa

Il ministro della Salute ha firmato un’ordinanza che prevede che Campania, Molise ed Emilia-Romagna passino dalla zona gialla a quella arancione Le Regioni hanno chiesto un'accelerazione del piano vaccinale e di rivedere la tempistica di comunicazione delle norme che determinano la classificazione in colori delle zone. (Avvenire)

Il Consiglio dei Ministri si è riunito lunedì 22 febbraio 2021, alle ore 9.55 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Mario Draghi. (Governo)

Resta invariato il limite degli spostamenti verso le abitazioni private a due adulti a cui si aggiungono i figli minori di 14 anni o persone invalide e non autosufficienti. Nelle zone arancioni, per i Comuni con popolazione non superiore a 5. (Radio Gold)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr