Quarantena, sorveglianza o isolamento? Cosa si deve fare, spiegato bene

Quarantena, sorveglianza o isolamento? Cosa si deve fare, spiegato bene
veronaoggi.it INTERNO

Ultimo elemento da prendere in considerazione è il tipo di contatto avuto con la persona positiva: contatto “stretto” o “ad alto rischio”

Quarantena.

Quarantena, sorveglianza o isolamento?

Il nodo più complesso è stato capire quando e cosa bisogna fare nel caso di quarantena, isolamento e sorveglianza.

A differenza della quarantena e della sorveglianza, lo scopo dell’isolamento è di tenere lontane persone contagiate da persone sane. (veronaoggi.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Tale persona potrà poi essere un "positivo asintomatico", quindi senza sintomi riconducibili alla patologia Covid-19, oppure un "positivo sintomatico". Quarantena: la quarantena si riferisce non ai soggetti positivi, bensì ai relativi "contatti" e, in particolare, ai "contatti stretti". (VeronaSera)

Come comportarsi in caso di un contatto ad alto rischio. Il decreto rilasciato il 31 dicembre 2021 prevede delle nuove norme riguardanti la quarantena e l’isolamento. Vediamo quali sono i contatti ad alto rischio e a basso rischio. (Thesocialpost.it)

Dal 1° gennaio, sappiamo ormai bene che sono previste nuove regole per la quarantena dopo un contatto con una persona risultata positiva al Coronavirus. Autosorveglianza per i vaccinati con terza dose o da meno di 4 mesi: cosa si può fare? (Younipa - il blog dell'Università degli Studi di Palermo)

Autosorveglianza per i contatti stretti di un positivo al Covid: cos'è e come funziona

Covid, ecco cos’è l’auto-sorveglianza e cosa significa "contatto stretto". Il decreto-legge 30 dicembre 2021, n. 229, ha introdotto nuove regole sulla quarantena per i cosiddetti "contatti stretti" di persone che sono risultate positive al Covid. (Gazzetta del Sud)

Per i vaccinati o guariti da meno di 120 giorni con sintomi : dopo il test positivo iniziale, il paziente osserverà una quarantena di almeno sette giorni. Per i non vaccinati o vaccinati/guariti da più di 120 giorni: dopo il test positivo iniziale, la quarantena sarà di almeno dieci giorni, a prescindere dalla presenza di sintomi o meno (Daily Verona Network)

Inoltre, nei dieci giorni successivi al contatto stretto la persona deve indossare una mascherina Ffp2 (più protettive rispetto alle tradizionali chirurgiche) fino al decimo giorno dopo aver avuto incontrato la persona positiva al Covid. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr