Coca-Cola HBC Italia riapre il sito di Gaglianico e produce rPET

Vending News ECONOMIA

L’investimento, che si aggiunge agli oltre 100 milioni di euro in sostenibilità investiti nel Paese solo negli ultimi 10 anni, è un’azione concreta per rispondere alle richieste della Direttiva Europea sulla Plastica Monouso entrata in vigore il 14 gennaio anche in Italia.

Il sito, che si estenderà su una superficie complessiva di 18.000 m2 alimentata al 100% con energia da fonti rinnovabili, prevede a pieno regime l’impiego di oltre 40 dipendenti diretti. (Vending News)

Ne parlano anche altre testate

La newsletter del Corriere Torino Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Torino e del Piemonte iscriviti gratis alla newsletter del Corriere Torino «Grazie a Coca-Cola HBC Italia per il grande spirito imprenditoriale dimostrato, nonostante le difficoltà dettate dalla pandemia e dalle tassazioni — aggiungono Cirio e Chiorino —. (Corriere della Sera)

Coca-Cola HBC Italia riapre il sito di Gaglianico, nel Biellese, annunciando il più importante investimento in sostenibilità nella storia del Gruppo: 30 milioni di euro per convertire lo stabilimento in un innovativo impianto capace di trasformare fino a 30 mila tonnellate di Pet all’anno in nuove bottiglie in 100% Pet riciclato (rPET) destinate all’imbottigliamento delle bevande dell’azienda. (Telecity News 24)

Trenta milioni di euro per farne un innovativo impianto in grado di trasformare fino a 30mila tonnellate di pet all’anno in nuove bottiglie. L’investimento si aggiunge agli oltre 100 milioni di euro in sostenibilità investiti nel Paese solo negli ultimi 10 anni. (la voce d'italia)

In Piemonte Coca Cola annuncia un grande investimento ecosostenibile: tutti i dettagli. La seconda fase partirà invece a luglio, dopo l’approvazione dell’EFSA (European Food Safety Agency). Il grande investimento in provincia di Biella è quindi solo l’ultimo dei tanti progetti targati Coca Cola in Piemonte (Mole24)

Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e l’assessore regionale al Lavoro, Elena Chiorino, commentano così l’investimento annunciato da Coca-Cola nel Biellese. «Ringraziamo l’azienda per il grande spirito imprenditoriale dimostrato, nonostante le difficoltà dettate dalla pandemia e dalle tassazioni», aggiungono Cirio e Chiorino. (http://gazzettadalba.it/)

Lo stabilimento di Gaglianico occupa una superficie complessiva pari a 18.000 m2, è alimentato con energia da fonti rinnovabili e, a pieno regime, occuperà oltre 40 addetti diretti. Il piano annunciato da Coca-Cola HBC Italia si articola in due fasi: nella prima, operativa al completamento dei lavori entro fine marzo, entreranno in funzione le linee per lo stampaggio di preforme PET vergine e riciclato, destinate a essere succesivamente soffiate in bottiglie. (Polimerica.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr