Tensioni Taiwan-Cina. P. Otfried Chan (vescovi): "Dopo la visita di Pelosi, i rapporti non saranno più gli stessi"

Servizio Informazione Religiosa ESTERI

Dopo la visita della speaker della Camera americana Nancy Pelosi a Taiwan, la tensione resta ancora alta.

“La tensione tra Taiwan e Cina mi preoccupa”, confida al Sir padre Otfried Chan, segretario generale della Conferenza episcopale regionale cinese – Taiwan.

Dopo la visita di Pelosi, i rapporti tra Taiwan e Cina non saranno più gli stessi di prima”.

Ma più i Paesi occidentali fanno pressione sulla Cina, più la Cina reagisce vigorosamente, a rischio di essere irrazionale

(Servizio Informazione Religiosa)

Su altri giornali

La tensione resta altissima nello Stretto di Taiwan, con la Cina che ha inviato 10 navi e 45 aerei militari, di cui 16 caccia da combattimento, nella parte orientale della linea mediana, non riconosciuta da Pechino, ma tradizionalmente rispettata. (la Repubblica)

Taiwan – A quasi due settimane dalla disputa sulla visita a Taiwan della speaker della Camera dei rappresentanti Usa Nancy Pelosi, la visita di un’altra delegazione statunitense a Taipei ha innescato nuove tensioni con Pechino. (Il Faro online)

I funzionari ritengono che un tale sviluppo potrebbe indebolire economicamente Taiwan e dare alla Cina più leva per spingerla a sottomettersi al controllo di Pechino Ma l'accordo ha posto una delle più grandi società di Taiwan al centro della crescente competizione tecnologica di Pechino con l'Occidente. (Milano Finanza)

La visita a Taiwan della delegazione del Congresso Usa guidata dal senatore Ed Markey "viola in modo flagrante il principio della 'Unica Cina' e i tre comunicati congiunti sino-americani, nonché la sovranità e l'integrità territoriale della Cina, inviando un segnale sbagliato alle forze separatiste dell’indipendenza di Taiwan ed esponendo del tutto il vero volto degli Stati Uniti come disgregatori e distruttori di pace e stabilità nello Stretto di Taiwan». (Gazzetta del Sud)

Il modello è quello imposto all’ex colonia britannica: «Un Paese, due sistemi». Lorenzo Lamperti (La Stampa)

E’ probabile che l’eco della visita del senatore Markey e dei suoi colleghi sia meno ampia e forte. La tensione s’è impennata in tutta la Regione e alcuni analisti ritengono che un’invasione cinese sia uno scenario ora più plausibile. (Giampiero Gramaglia – Gp News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr