Troppe aggressioni: la Bocconi organizza una scorta a piedi per le studentesse

Troppe aggressioni: la Bocconi organizza una scorta a piedi per le studentesse
Per saperne di più:
ilGiornale.it INTERNO

Parco Ravizza è diventato negli ultimi anni l'ennesimo fortino d'illegalità, un'area verde requisita da extracomunitari e balordi così come tante altre in città

La scorta è partita due giorni fa e sarà garantita tutti i giorni, dal lunedì al sabato.

Dopo le violenze di capodanno in piazza Duomo la notizia dell'iniziativa fai-da-te in Bocconi riaccende ovviamente le polemiche del centrodestra.

Per raggiungere le proprie stanze i laureandi devono attraversare il parco Ravizza, e al buio sono facile preda di rapinatori e balordi. (ilGiornale.it)

La notizia riportata su altre testate

L’università Bocconi di Milano ha avviato un servizio di accompagnamento a piedi per i suoi studenti dalla sede dell’ateneo ai dormitori universitari e viceversa. (Il Fatto Quotidiano)

A lanciare l’allarme sono stati gli studenti della Bocconi. «La denuncia degli universitari della Bocconi sull’insicurezza del parco Ravizza – ha scritto su Fb – è significativa dell’incapacità del Comune di Milano nel trovare soluzioni concrete a problemi reali. (Secolo d'Italia)

Milano, gli studenti della Bocconi si fanno accompagnare a casa a piedi per evitare aggressioni Per evitare scippi ed aggressioni ai danni dei suoi studenti, la Bocconi ha organizzato un servizio di accompagnamento a piedi dalle residenze alle aule e viceversa. (Fanpage.it)

Troppe aggressioni al Parco Ravizza: 6 denunce in due mesi. Servizio di accompagnamento per gli studenti Bocconi

L'ateneo milanese ha attivato il servizio "sicurezza" su richiesta del gruppo studentesco B.Lab-Unilab che ha dato l’annuncio oggi, 13 gennaio 2022, tramite i social. «Grazie al lavoro dei nostri rappresentanti, è stato attivato un servizio di accompagnamento dall’Università alle Residenze Spadolini, Dubini e Isonzo e viceversa», si legge su facebook. (leggo.it)

Per raggiungerle in fretta, specie al buio, bisogna entrare nel parco. Una sorta di "scorta" a piedi per evitare brutte sorprese all’interno dell’area verde. (IL GIORNO)

Servizio di accompagnamento per gli studenti Bocconi di Tiziana De Giorgio. Una sorta di pedibus dall'ateneo alle residenze per attraversare il parco dalle 18 fino a mezzanotte e mezza. Ma l'università smentisce: "Lo facciamo per la socializzazione" (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr