Vacanza in Serbia con somministrazione vaccino Covid, a scelta

Sputnik Italia ESTERI

Andare in Serbia in vacanza legalmente e legalmente farsi somministrare il vaccino contro il Sars-CoV-2. Non solo non è una bufala, ma è possibile con tanto di indicazioni fornite dall’Ambasciata italiana di Belgrado. E per i turisti del vaccino, come in una normale vacanza, possono scegliersi tutto, anche il tipo di vaccino da farsi inoculare. Nella scelta rientrano l’AstraZenca, lo Pfizer-BioNTech, il russo Sputnik V e il vaccino cinese Sinopharm. (Sputnik Italia)

Su altre fonti

Bari, 06/04/2021 – (adnkronos) Dove fare il vaccino Covid? In Italia, ma non solo. (StatoQuotidiano.it)

Poi il Governo ha aperto a tutti e chiunque dall’Italia può imbarcarsi alla volta di Belgrado dopo aver richiesto il vaccino. Il vaccino è gratuito anche in Serbia per gli stranieri, la stessa organizzazione che ha promosso Cuba con il suo vaccino Soberana a partire dall’estate (Il Riformista)

Sul sito dell’ambasciata sono anche presenti le istruzioni per l’utilizzo del servizio Per quanto riguarda la scelta del tipo di vaccino, ”è possibile esprimere anche una scelta multipla”. (L'HuffPost)

Stesso iter per la seconda dose, che dà il diritto a ricevere il certificato vaccinale da fare poi registrare in Italia. La Serbia ha una popolazione di 7 milioni di abitanti: un numero basso che abbinato a una massiccia campagna vaccinale ha portato il paese balcanico ad essere secondo in Europa per la percentuale di dosi somministrate, dietro alla Gran Bretagna (Imola Oggi)

Il risultato è sotto gli occhi di tutti Nella spietata corsa ai vaccini, la Serbia finora ha adottato una strategia vincente: rifornirsi velocemente e direttamente del numero più alto possibile di tutti i vaccini sul mercato, russi, cinesi, occidentali. (Il Manifesto)

(COVID: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO - QUANDO MI VACCINO?) “Senza appuntamento è inutile partire: le frontiere sono chiuse e serve aver fissato la prenotazione”, conclude la console (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr