Guai per l’architetto italiano di Putin, sequestro da record

Guai per l’architetto italiano di Putin, sequestro da record
QuiFinanza INTERNO

Tra i lavori effettuati, spicca quello del “palazzo d’Inverno” di Gelendzhik, sul Mar Nero, di proprietà di Putin (qui vi avevamo raccontato della presunta fuga del presidente russo nel suo palazzo).

I lavori sono andati avanti per sei anni, dal 2005 al 2011, con l’architetto italiano che ha messo la firma sull’opera commissionata al suo studio di Mosca Masterskaya.

L’architetto, infatti, ha residenze in Italia, Costa Smeralda, New York, Dubai e Mosca

Guai per l’architetto di Putin. (QuiFinanza)

Ne parlano anche altri giornali

La Guardia di finanza, come disposto dal Gip Alessandra Sabatucci, ha disposto il sequestro da 141 milioni di euro tra beni mobili e immobili. L’architetto, nato a Treviso e da trent’anni in pianta stabile nel Bresciano, aveva ricevuto la cittadinanza russa nel 2014 direttamente da Putin (Cagliaripad.it)

Lanfranco Cirillo, l’operazione partita dall’elicottero. Al momento il professionista è accusato in particolare modo per non avere dichiarato redditi dal 2013 al 2019. La Guardia di Finanza ha contestato a Lanfranco Cirillo il mancato pagamento di 50 milioni di euro. (Nanopress)

La guardia di finanza ha sequestrato all'architetto di Vladimir Putin e altri 44 oligarchi russi, Lanfranco Cirillo, 141 milioni di euro tra beni mobili ed immobili. Nella fattispecie, Cirillo è stato iscritto al registro degli indagati poiché avrebbe evaso per decine di milioni di euro nel periodo compreso tra il 2013 e il 2019 (Fanpage.it)

Sequestro record da 141 milioni di euro. Nei guai "l'architetto di Putin"

In Italia è tornato tre anni fa, per stare vicino alla figlia, prematuramente mancata a soli 33 anni a causa di un tumore. (Corriere della Sera)

Per il suo legale, l’avvocato Stefano Lojacono, il maxi sequestro «manca del suo presupposto, che consiste nella ritenuta esterovestizione dell’architetto Cirillo Disponibilità patrimoniali ingiustificate, stando alle dichiarazioni rese, negli anni contestati e per chi indaga, solo per redditi da fabbricato. (Corriere)

Le indagini. BRESCIA Maxi sequestro da 141 milioni di euro tra beni mobili e immobili eseguito dalla guardia di finanza di Brescia nei confronti di Lanfranco Cirillo, imprenditore, di 63 anni, conosciuto come “l’architetto di Vladimir Putin” e di altri 44 oligarchi. (Corriere della Calabria)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr