Il Covid ferma il porto cinese di Yantian. Già 50 navi in attesa di attracco

Il Covid ferma il porto cinese di Yantian. Già 50 navi in attesa di attracco
Per saperne di più:
Il Fatto Quotidiano ESTERI

Il blocco di Yantian sta inoltre spingendo ulteriormente il costo dei trasporti marittimi, già su livelli molto alti

Aumentano ora dopo ora le navi ferme davanti al terminal cinese di Yantian a Shenzen, uno dei più importanti del paese.

Il motore cinese gira a mille, lo scorso mese le importazioni sono aumentate di oltre il 50% e l’export di quasi uk 30%.

Il porto è fermo a causa di una ripresa di casi di Covid nell’area del Guangdong, che hanno indotto Pechino a varare severe misure restrittive. (Il Fatto Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altre testate

Un focolaio di Covid al porto di Yantian in Cina sta bloccando il traffico marittimo, con ritardi e perdite superiori a quelle causate a Suez dalla Ever Given. La situazione è in stallo già da qualche giorno, come riportano diverse testate internazionali. (Metropolitan Magazine )

Si erano dirette allo Yantian International Container Terminal, centro di smistamento delle merci tra i più avanzati del Paese, per fare il pieno di container. Video: Suez, le immagini aeree della Ever Given disincagliata. (Notizie - MSN Italia)

In particolare preoccupa il blocco dello Yantian International Container Terminals nel porto di Shenzhen, parzialmente chiuso alla fine di maggio e tuttora sottoposto a severe misure precauzionali. «Questo, prevediamo, porterà i tassi dei container a raggiungere nuovi massimi storici nel breve termine». (The MediTelegraph)

357.000 container fermi al porto di Yantian. Il COVID-19 torna a fare paura

2' di lettura. I blocco dei container a Yantian ha già superato per gravità la crisi di marzo nel canale di Suez. E l’emergenza in questo caso rischia di essere molto più difficile da superare. (Il Sole 24 ORE)

Le navi sono bloccate da giorni nella Cina meridionale: sono imbarcazioni dirette allo Yantian International Container Terminal, centro di smistamento delle merci, per fare il pieno di container. L’ ingorgo è ancora più grave del caso recente del Canale di Suez e le conseguenze potrebbero essere pesanti su tempi e costi del commercio globale. (torinonews24.it)

Ciò significa che in 14 giorni si sono accumulati 357.000 container (TEU) La fila di navi che aspettano fuori dal porto di Yantian, nella provincia del Guangdong (Cina), sta crescendo rapidamente. (Metalli Rari)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr