Palermo, notte di paura: barca in balia delle onde, salvati dai vigili

Palermo, notte di paura: barca in balia delle onde, salvati dai vigili
Livesicilia.it INTERNO

I diportisti hanno lanciato i razzi per chiedere soccorso, poi hanno chiamato i vigili del fuoco.

Una barca di cinque metri è stata soccorsa dalla squadra nautica dei vigili del fuoco.

L’allarme era stato lanciato alle 22 le operazioni si sono concluse circa tre ore dopo

L’imbarcazione è rimasta in balia delle onde e imbarcava acqua a cinque miglia da Capo Gallo, nella zona di Capo Faro.

I diportisti hanno lanciato i razzi per chiedere soccorso. (Livesicilia.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Ieri il nostro allenatore ci ha riferito di un gioco, si fa per dire, pericolosissimo. Tanta paura e un'imbarcazione distrutta dopo l'incidente di sabato di un motoscafo pirata che ha speronato una canoa con quattro persone a bordo durate un allenamento a Capo Gallo, all'altezza del faro. (La Repubblica)

Quattro persone sono state soccorse dai vigili del fuoco del distaccamento portuale di Palermo. La barca da canottaggio è stata speronata a prua da un motoscafo che, secondo quanto riferito dal comandante della piccola imbarcazione ai vigili del fuoco intervenuti, si sarebbe poi allontanato al largo. (Giornale di Sicilia)

Lo afferma il presidente del Club Canottieri Roggero di Lauria, Andrea Vitale, all’indomani dello speronamento di una barca di canottaggio da parte di un motoscafo al largo di Capo Gallo, in prossimità del Faro. (La Sicilia)

La barca speronata a Capo Gallo, il presidente del Club Lauria

Un incidente che per fortuna non ha avuto esiti tragici, drammatici, ma che non può certamente passare inosservato. Presidente Lauria: “Alzare l’attenzione”. “Un incidente che poteva avere esiti tragici e che deve far alzare l’attenzione sul golfo di Mondello”. (BlogSicilia.it)

L’allarme era stato lanciato alle 22 le operazioni si sono concluse verso l’una di notte L’imbarcazione è rimasta in balia delle onde e imbarcava acqua a cinque miglia da Capo Gallo nella zona di Capo Faro a Palermo (il Fatto Nisseno)

Lo afferma il presidente del Club Canottieri Roggero di Lauria, Andrea Vitale, all'indomani dello speronamento di una barca di canottaggio da parte di un motoscafo al largo di Capo Gallo, in prossimità del Faro. (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr