Il carrello della spesa diventa sempre più caro e i consumi già frenano

Il Messaggero Veneto ECONOMIA

Lo dice l’Istat, lo confermano aziende, i titolari delle attività economiche e, naturalmente, i consumatori, che leggono e rileggono lo scontrino con una certa incredulità

Il carrello della spesa comincia davvero a pesare, e non per quanto contiene.

Aumenti generalizzati per gli alimentari, oltre a gas, luce, trasporti e materiali.

A dicembre l’inflazione era volata a più 3,9% su base annua: mai così dal 2008. (Il Messaggero Veneto)

Se ne è parlato anche su altre testate

E' il calcolo fatto dal Codacons in base all'aumento delle bollette di luce e gas che, oltre ad aggravare la spesa energetica delle famiglie, sta provocando una ondata di rincari di prezzi e tariffe a danno dei consumatori. (IL GIORNO)

A dicembre l’inflazione è arrivata al 3,9%: dopo la flessione del 2020 (-0,2%), quindi, i prezzi al consumo tornano a crescere in media d’anno (+1,9%), registrando l’aumento più ampio dal 2012 (+3%). La variazione media annua del 2021 è pari a +1,9% (-0,1% nel 2020) (La Stampa)

«L’aumento delle bollette è un massacro per famiglie e imprese – ha spiegato il rappresentante dell’associazione dei consumatori –. Le ripercussioni del caro-energia non si fanno sentire solo sulle bollette: i rialzi delle tariffe portano a rincari dei prezzi al dettaglio che (ultimo dato Istat sull’inflazione) sono cresciuti del +3, 9 per cento a dicembre. (Messaggero Veneto)

Il tasso annuo dell’Indice dei Prezzi al Consumo (IPC – Precios de Consumo) si è attestato a dicembre dello scorso anno al 5,8% nell’arcipelago delle Canarie, con un aumento di 1,2 punti rispetto a novembre. (ViviTenerife e ViviGranCanaria)

La cosiddetta ‘ ridi fondo’, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, è pari a +0,8% (+0,5% nel 2020) e al netto dei soli energetici a +0,7% (come nell’anno precedente). Nel mese di dicembre 2021, si stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumento dello 0,4% su base mensile e del 3,9% su base annua (da +3,7% di novembre), confermando la stima preliminare. (il Fatto Nisseno)

Codacons: "Misure che, come diciamo noi da settimane e mesi, si dimostrano essere ancora insufficienti ed inidonee a tutelare davvero le famiglie in difficoltà, duramente colpite dalla crisi economica ed occupazionale causata dalla pandemia per il Covid-19, che non riescono a far fronte ai costi via via sempre maggiori delle materie prime luce e gas - attacca il Presidente Nazionale del Codacons, Marco Donzelli - servono misure concrete e reali che siano vicine alle famiglie italiane in difficoltà. (Prima Biella)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr