Decisione storica della Federcalcio tedesca: le persone trans, intersex e non binarie decideranno se giocare in squadre maschili o femminili

Decisione storica della Federcalcio tedesca: le persone trans, intersex e non binarie decideranno se giocare in squadre maschili o femminili
Calciomercato.com ESTERI

Finora non c'è stata una regolamentazione esplicita per le persone con la voce di stato civile "diverso" o "non specificato".

Questo vale anche per le persone che giocano a calcio,

Poiché dal 2018 è possibile iscriversi come "diversi" all'anagrafe dello stato civile, il numero di persone con questa voce è in aumento.

Il nuovo regolamento, che entrerà in vigore dalla stagione 2022/2023Inoltre, la Federcalcio tedesca ha specificato che fino a quando l'attività sportiva durante l'assunzione di farmaci non pregiudica la salute della persona sottoposta a tali farmaci, quest'ultima può continuare a giocare. (Calciomercato.com)

Su altre fonti

Quindi, viene accolta con favore l’introduzione di una regola nazionale e globale sul diritto di praticare sport” sono invece le parole di Sabine Mammitzsch, responsabile del calcio praticato da donne e ragazze nella federazione Riassumendo, il regolamento prevede che i giocatori con la voce di stato civile “diverso” o “non specificati” potranno decidere da soli se essere idonei a giocare per una squadra femminile o maschile. (SPORTFACE.IT)

La Federcalcio tedesca ha comunicato che d'ora in poi le persone transgender, intersessuali e non binarie saranno libere di scegliere autonomamente se far parte di squadre femminili o maschili. La nuova regola sarà applicata a partire dalla prossima stagione e verrà inclusa nel regolamento delle partite, in ambito giovanile e nel futsal amatoriale. (Sport Mediaset)

L'ha presa la federazione internazionale del nuoto (Fina). Di sicuro si è diffusa la consapevolezza che non fosse più rinviabile una decisione sul tema. (Calciomercato.com)

Rivoluzione in Germania: transgender decideranno se giocare con uomini o donne

La sezione speciale verrà creata da un gruppo di lavoro nominato dalla Fina e consentirà la loro partecipazione solo ad alcuni eventi. A dettare la linea restrittiva è stato il congresso della Federazione internazionale di nuoto (Fina), con una decisione che si pone direttamente in contrasto con quanto stabilito nel 2015 dal Comitato olimpico internazionale. (Wired Italia)

Lia Thomas, la nuotatrice transgender che si è aggiudicata il primo posto nelle 500 yard stile libero femminili del campionato americano Ncaa sarà esclusa dalle gare femminili, negli eventi internazionali. (Blitz quotidiano)

Il regolamento entrerà in vigore nella stagione 22/23 ed è stato incorporato nel regolamento di gioco DFB (Federazione calcistica tedesca), nel regolamento giovanile DFB e nel regolamento futsal DFB per il calcio amatoriale. (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr