COVID La Campania da lunedì in zona gialla: ecco cosa cambia

COVID La Campania da lunedì in zona gialla: ecco cosa cambia
CasertaCE INTERNO

Tutto invariato anche in zona arancione, ma solo per i vaccinati.

La zona gialla è dunque al momento un segnale di allarme, un invito ad essere più prudenti per evitare la zona arancione e le restrizioni, in particolare per chi non possiede il Super Green Pass

La differenza tra le due zone consisteva infatti nella possibilità in quella più chiara di non portare la mascherina nei luoghi all’aperto. (CasertaCE)

Ne parlano anche altre testate

Il passaggio da zona bianca a zona gialla è determinato dal raggiungimento dei tassi di occupazione al 10% per le terapie intensive e al 15% per i reparti ordinari. Alla luce del flusso dei dati del monitoraggio di Istituto superiore di sanità (Iss), ministero della Salute e Regioni, il ministro Roberto Speranza ha firmato l'ordinanza che porterà la Valle d'Aosta in arancione e la Campania in zona gialla. (NapoliToday)

Ulteriori restrizioni sono previste in caso di zona arancione. Roberto Speranza, Ministro della Salute, ha firmato poco fa l’ordinanza che determina il passaggio in zona gialla della Campania e il passaggio in zona arancione della Valle d’Aosta. (AreaNapoli.it)

Lo ha detto il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto. Così il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, ospite di Sky Tg24-Skyline. (Quotidiano online)

Bollettino Covid, la Sicilia resta gialla: nel Messinese +674 i nuovi positivi

Se i numeri restano questi dovremmo trovare ogni dieci giorni 500 posti letto aggiuntivi. Non ci sta, De Luca, a quello che definisce “un atteggiamento propagandistico” del Governo sul Covid e soprattutto sui provvedimenti presi sulla scuola. (Metropolis)

Le Regioni che passano in zona gialla e in zona arancione da lunedì 17 gennaio hanno superato le rispettive soglie in terapia intensiva e area medica. Mentre la Valle d’Aosta si sposta in zona arancione. (Salernonotizie.it)

La Sicilia si salva e resta in "zona gialla", nonostante tutti i parametri siano da "arancione". Ieri i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore erano stati 184.615, con 316 nuovi decessi, secondo i dati del ministero della Salute. (MessinaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr