Covid, prima regione finisce in zona arancione: la Campania in zona gialla

Il Riformista INTERNO

La Valle d’Aosta in zona arancione: cosa cambia e il rischio zona rossa. La Valle d’Aosta passa in zona ‘arancione’.

Alla luce del flusso dei dati del monitoraggio Iss, Ministero della salute e Regioni, il ministro Speranza ha firmato l’ordinanza che porterà la Campania in giallo e la Valle d’Aosta in arancione.

Dunque l’Italia resta quasi tutta in zona gialla salvo l’Umbria, la Sardegna, la Basilicata, il Molise e la Puglia che restano in zona bianca. (Il Riformista)

Ne parlano anche altri giornali

Difficile dire se il picco sia stato già raggiunto, ma da un paio di giorni - almeno i nuovi casi - sembrano essere in calo. I pazienti in terapia intensiva sono 1.679, 11 in più rispetto ieri, con 136 ingressi giornalieri (CataniaToday)

La zona gialla è dunque al momento un segnale di allarme, un invito ad essere più prudenti per evitare la zona arancione e le restrizioni, in particolare per chi non possiede il Super Green Pass Tutto invariato anche in zona arancione, ma solo per i vaccinati. (CasertaCE)

Chi è vaccinato o guarito dal Covid potrà accedere a cinema, teatri, bar, ristoranti, utilizzare mezzi pubblici, ma anche palestre, musei, piscine, alberghi. Tutte attività dalle quali saranno esclusi coloro che hanno solo il Green Pass “base”, quello cioè che si ottiene con il semplice tampone, ottenibile cioè con il semplice tampone (Positanonews)

Bollettino Covid, la Sicilia resta gialla: nel Messinese +674 i nuovi positivi

Mentre la Valle d’Aosta si sposta in zona arancione. Le Regioni che passano in zona gialla e in zona arancione da lunedì 17 gennaio hanno superato le rispettive soglie in terapia intensiva e area medica. (Salernonotizie.it)

Diventa arancione pure Licata. Altri quattordici Comuni siciliani in "zona arancione" da domenica 16 sino a mercoledì 26 gennaio (compreso). Difficile dire se il picco sia stato già raggiunto, ma da un paio di giorni - almeno i nuovi casi - sembrano essere in calo. (AgrigentoNotizie)

Ieri i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore erano stati 184.615, con 316 nuovi decessi, secondo i dati del ministero della Salute. Coronavirus, il bollettino di venerdì 14 gennaio 2022. (MessinaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr