Covid, in Italia 186.253 nuovi casi e 360 decessi: il bollettino di venerdì 14

Covid, in Italia 186.253 nuovi casi e 360 decessi: il bollettino di venerdì 14
BaraondaNews INTERNO

Sempre in aumento i ricoveri ordinari, 371 in più (ieri +339), 18.019 in tutto

Intanto i tamponi processati nelle ultime 24 ore sono stati 1.132.309, quasi 50mila meno di ieri, tanto che il tasso di positività sale dal 15,6% al 16,4%.

In aumento anche i decessi, 360 (ieri 316), il numero più alto finora di questa quarta ondata, ai livelli di metà aprile scorso.

Covid, in Italia 186.253 nuovi casi e 360 decessi: il bollettino di venerdì 14 gennaio 2022 –. (BaraondaNews)

Su altri media

Il numero è inferiore rispetto al conteggio dei nuovi casi perché il calcolo è al netto dei guariti dal virus. Coronavirus, la situazione un anno fa: il bollettino del 14 gennaio 2021. Un anno fa, in questa stessa data del 14 gennaio, c’erano 17.246 nuovi casi positivi, con quasi un decimo dei tamponi effettuati, 160.585. (Virgilio Notizie)

Covid, la variante Omicron predominante. «In Italia il 3 gennaio scorso la variante Omicron» del Covid «era predominante, con una prevalenza stimata all’81%, con una variabilità regionale tra il 33% e il 100%». (Secolo d'Italia)

È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute del 14 gennaio. Secondo il report, i nuovi casi di coronavirus segnalati nel nostro Paese nelle ultime 24 ore sono stati 186.253 (il giorno prima erano stati 184.615). (Sky Tg24 )

CAMPANIA DA LUNEDI' IN ZONA GIALLA

Positivi attuali in aumento a 2.398.828 In Italia 18.019 persone ricoverate con sintomi, di cui 1.679 in terapia intensiva. (Termoli Online)

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Nell'ultimo giorno sono morte 360 persone affette da Coronavirus per un totale di 140.548 decessi dall'inizio dell'epidemia. (Firenze Viola)

Raddoppiano i contagi non associati a catene di trasmissione – Raddoppia il numero di nuovi casi Covid non associati a catene di trasmissione (649.489 contro 309.903 della settimana precedente) Lo ha spiegato il presidente dell’Iss, Silvio Brusaferro, in un video di commento ai dati del monitoraggio settimanale del ministero della Salute-Iss. (Nuvola Tv)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr