Fisco e cartelle esattoriali: dal 1° maggio 2021 in partenza 15 milioni di atti, riprendono anche i pignoramenti

Notizieora.it ECONOMIA

Dopo la sospensione dettata dalla grave emergenza sanitaria ed economica per coronavirus il fisco si prepara ad allineare le attività di riscossione.

Ricapitolando e in estrema sintesi, il provvedimento con numero di protocollo 88314/2021 autorizzerà dal 1° maggio la ripartenza di notifiche e pignoramenti riguardanti circa 15 milioni di atti sospesi nell’ultimo anno

In questo lasso di tempo, l’Agenzia delle Entrate ha accumulato oltre 15 milioni di atti che attendono di essere notificati. (Notizieora.it)

La notizia riportata su altre testate

Il servizio è gratuito e consente di chiudere la pratica della dichiarazione dei redditi senza dover andare in un Caf o da un commercialista. La dichiarazione dei redditi precompilata va inviata entro il 30 settembre (modello 730) ed entro il 30 novembre (modello Redditi) (ilmessaggero.it)

Per gli altri atti lo stop è già concluso e l'Agenzia delle Entrate si prepara a recuperare 15 milioni di arretrati dovuti a rinvii e proroghe, fra accertamenti, avvisi bonari e lettere di compliance. Il 30 aprile termina la proroga alla sospensione dell'attività di riscossione, disposta dal decreto sostegni, relativa a 35 milioni di cartelle esattoriali. (Sputnik Italia)

Fino a questo momento tali atti non sono stati sottoposti a controlli, ma da ora inizieranno ad essere controllati da parte del Fisco. Di conseguenza l’Agenzia delle Entrate ha comunicato di recente quali sono i documenti che verranno controllati e ha spiegato l’ordine in cui avverranno tali controlli. (Ultim'ora News)

Sempre stando a quanto si legge nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, inoltre, gli atti verranno notificati “in modalità pressoché uniforme, seguendo prioritariamente l’ordine cronologico di emissione“ LEGGI ANCHE > > > Superbonus 110%, l’Erario chiede soldi indietro: quali persone dovranno restituirlo. (ContoCorrenteOnline.it)

Peraltro l’Agenzia delle Entrate ha appena reso noto che invierà ben 15 milioni di atti tra accertamenti, avvisi bonari e lettere di compliance. Fisco, tutte le proroghe: le nuove scadenze. (QuiFinanza)

Sarebbero ben 50 milioni le cartelle esattoriali accumulate dall’Agenzia delle Entrate e che quindi ben presto dovranno essere riscosse. Cartelle esattoriali: sono circa 50 milioni. D’altronde lo stato di accumulo di cartelle esattoriali insolute sta incominciando a diventare consistente. (Tecnoandroid)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr