L’effetto Covid sul lavoro nei nuovi dati Istat: persi 945mila posti in un anno

L’effetto Covid sul lavoro nei nuovi dati Istat: persi 945mila posti in un anno
Il Fatto Quotidiano ECONOMIA

L’Istat, nei nuovi dati diffusi il 6 aprile, fotografa l’impatto del Covid sul mercato del lavoro: a febbraio gli occupati in Italia erano 22.197.000, ovvero 945.000 in meno rispetto a febbraio 2020.

A dicembre l’istituto contava 22,8 milioni di occupati: ora sono 22.197, 642mila in meno

Quasi 1 milione di posti di lavoro persi a causa delle conseguenze economiche della pandemia e delle restrizioni per contenere i contagi. (Il Fatto Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altre testate

Lo segnala l'Istat secondo cui «la diminuzione coinvolge uomini e donne, dipendenti (590mila) e autonomi (355mila) e tutte le classi d'età. 2' di lettura. A febbraio gli occupati erano 22.197.000, ovvero 945.000 in meno rispetto a febbraio 2020. (Il Sole 24 ORE)

A febbraio sono stimati 15,953 milioni di disoccupati nell’UE, di cui 13,571 milioni nell’area dell’euro. (BELGIO) (ITALPRESS) – A febbraio 2021 il tasso di disoccupazione dell’area dell’euro era dell’8,3%, stabile rispetto a gennaio 2021 e in aumento dal 7,3% nel febbraio 2020. (ciociariaoggi.it)

Italia: tasso di disoccupazione mensile in primo piano con il nuovo dato di febbraio. Da segnalare, infatti, che tra settembre 2020 e gennaio 2021 sono stati persi 410.000 posti di lavoro (Money.it)

11:38 | Lavoro, in un anno 945mila occupati in meno

E’ passato un anno da quanto l’ex ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri fece la celebre promessa che non avrebbe mai potuto mantenere. Oggi gli “scoraggiati” sono poco più di 14milioni a fronte di 22 milioni di lavoratori e 2,5 milioni di disoccupati (La Stampa)

Le ripetute flessioni congiunturali dell'occupazione - registrate dall'inizio dell'emergenza sanitaria fino a gennaio 2021 - hanno determinato un crollo dell'occupazione rispetto a febbraio 2020 (-4,1% pari a -945 mila unità), evidenzia l'istituto di statistica. (ilmessaggero.it)

Ebbene, nel giro di un anno gli occupati sono calati di 945.000 unità attestandosi sui 22.197.000. Il più significativo fra i dati sull’occupazione diffusi dall’Istat il 6 aprile 2021 riguarda il calo degli occupati al febbraio di quest’anno rispetto a febbraio 2020, un mese prima dell’inizio ufficiale della pandemia di Covid-19. (TIMgate)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr