Raduno per il compleanno della Roma: indagine per identificare gli organizzatori

Raduno per il compleanno della Roma: indagine per identificare gli organizzatori
Siamo la Roma SPORT

La Digos avrebbe avviato degli accertamenti per risalire ai promotori dell’iniziativa, nata sul web. Ha sollevato moltissime polemiche il raduno dei tifosi giallorossi della scorsa notte, per celebrare la data del 22 luglio.

Indagini in corso anche per risalire alle identità dei tifosi che, durante il corteo, hanno acceso vari fumogeni

Secondo quanto riporta l’Ansa, infatti, sarebbero in corso alcuni accertamenti da parte della Digos per individuare i promotori dell’iniziativa, lanciata, sembra, tramite social. (Siamo la Roma)

La notizia riportata su altri giornali

La Curva Sud si è ritrovata ieri sera a piazza del Popolo con appuntamento alle 22.30 per aspettare la mezzanotte e festeggiare i 94 anni di nascita della loro squadra. I gruppi della Curva Sud romanista hanno organizzato una colletta con dei fondi per acquistare un importante strumento diagnostico, donato ieri all’ospedale Bambino Gesù. (Raffaele La Russa)

Ma devono avvenire in assoluta sicurezza ossia con vaccinazione completa o, in carenza di essa, tampone negativo nelle 24-48 ore”, precisa Vaia, ricordando che “sono stati creati dei protocolli per i grandi eventi che prevedono il rispetto di alcune misure: essere negativi con vaccinazione completa o, in mancanza di questa, con tampone negativo nelle 24-48 ore” (Italia Sera)

Eventi come il raduno di migliaia tifosi della Roma per festeggiare i 94 anni del club, un assembramento nel centro storico con tanti senza mascherina, “sono atti di irresponsabilità” e c’è “il rischio che così torniamo indietro”. (Cosenza Channel)

Covid oggi Roma, 'festa tifosi giallorossi da irresponsabili'

"Sono stato promotore della riapertura degli stadi e anche dello svolgimento degli Europei di calcio a Roma - sottolinea Vaia - però tutto ciò secondo un protocollo che prevede per i grandi eventi, fuori e dentro lo stadio, che si acceda come in una bolla 'negativa' con vaccinazione completa o, in mancanza di questa, con tampone negativo nelle 24/48 ore" Così il direttore dell'Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani, Francesco Vaia, commenta il maxi raduno dei tifosi della Roma che ieri sera si sono dati appuntamento al centro della Capitale per i 94 anni della squadra. (Sky Tg24 )

Intanto continuano a salire i contagi tra le persone che hanno assistito in un pub nella zona Monteverde alla partita degli Europei tra Italia e Belgio: sono diventati 128, ieri erano 105. Ieri c’è stato un maxi raduno di tifosi in pieno centro a Roma (Radio Colonna)

"Possiamo consentirci tutto, anche i festeggiamenti della nostra squadra del cuore. Ma devono avvenire in assoluta sicurezza ossia con vaccinazione completa o, in carenza di essa, tampone negativo nelle 24-48 ore", precisa Vaia, ricordando che "sono stati creati dei protocolli per i grandi eventi che prevedono il rispetto di alcune misure: essere negativi con vaccinazione completa o, in mancanza di questa, con tampone negativo nelle 24-48 ore" (Tiscali.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr