Gdf: sequestrati a Dhl 20 mln per frode fiscale su Iva e contributi - Il Sole 24 ORE

Gdf: sequestrati a Dhl 20 mln per frode fiscale su Iva e contributi - Il Sole 24 ORE
Altri dettagli:
Il Sole 24 ORE INTERNO

L'indagine, secondo il comunicato della Gdf, ha portato alla scoperta di "una complessa frode fiscale caratterizzata dall'utilizzo di fatture soggettivamente inesistenti, da parte della multinazionale, e dalla stipula di fittizi contratti di appalto per la somministrazione di manodopera, effettuata in violazione della normativa di settore".

A Dhl Supply Chain e' stata notificata "una informazione di garanzia in tema di responsabilita' amministrativa degli enti in relazione agli illeciti penali commessi dai dirigenti della stessa". (Il Sole 24 ORE)

Su altri media

«L’amministratore delegato Lombardo sapeva tutto perché io gli mandavo per conoscenza a loro», diceva intercettato Claudio Rizzelli, responsabile del Consorzio Ids Dall’inchiesta è emerso che, tra il 2016 e il 2019, sarebbero stati oltre 1500 i lavoratori assunti dalle ‘false’ cooperative. (Corriere del Ticino)

La frode a Milano Presunta evasione di contributi ai lavoratori, la Gdf sequestra 20 milioni di euro a Dhl I reati contestati resi possibili attraverso l'uso di società di intermediazione, un consorzio di 23 società cooperative e di 'meri serbatoi di manodopera'. (Rai News)

Sotto inchiesta le modalità di reclutamento del personale da parte del colosso della logistica Dhl - Ansa. COMMENTA E CONDIVIDI. . . . . . . La Procura di Milano ha sequestrato d'urgenza oltre 20 milioni di euro alla Dhl Supply Chain Italy nell'ambito di un un'indagine su una presunta frode fiscale. (Avvenire)

Sequestro di 20 milioni a carico di Dhl: accusata di una maxi frode per sfruttare i lavoratori

Dhl nella bufera. Indagati. Sono indagati Fedele De Vita, presidente della società fino al 2018, e Antonio Lombardo, presidente dal maggio 2018. (Tiscali.it)

Stamani la Guardia di Finanza ha sequestrato d’urgenza oltre 20 milioni di euro alla Dhl Supply Chain Italy, su delega del pm Paolo Storari, nell’ambito dell’indagine su una presunta frode fiscale. La Guardia di Finanza ha sequestrato 20 milioni di euro a Dhl Italy, società del colosso americano della logistica, per frode fiscale su Iva e contributi. (Startmag Web magazine)

Secondo la Procura di Milano, così Dhl avrebbe massimizzato i guadagni senza pagare imposte, dirette e indirette, sull’utilizzo di quei lavoratori. Un metodo che avrebbe arricchito la grande azienda in modo illecito e che l’avrebbe così messa anche in una posizione di superiorità rispetto ai concorrenti (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr