Virus respiratorio sinciziale, l'allarme del Meyer: "Boom di casi, non c'è vaccino: ecco cosa non fare"

Virus respiratorio sinciziale, l'allarme del Meyer: Boom di casi, non c'è vaccino: ecco cosa non fare
Blitz quotidiano SALUTE

All’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, gli accessi al pronto soccorso legati al pericoloso virus sono sei volte di più del 2019.

Virus respiratorio sinciziale, boom di casi. “Il virus respiratorio – spiega l’ospedale Meyer di Firenze – ha un andamento stagionale, collocato di solito tra dicembre e marzo.

Boom di casi di infezione da virus respiratorio sinciziale tra i bambini.

Inoltre, “non esiste un vaccino” per questo virus e “la prevenzione è fondamentale perché, ad oggi, non è disponibile un vaccino per questo virus

Questo perché, negli adulti, il virus sinciziale è responsabile anche di semplici raffreddori che invece nei piccoli e piccolissimi possono evolvere in situazioni respiratorie anche severe“. (Blitz quotidiano)

La notizia riportata su altre testate

Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, commenta così la notizia del tampone unico per scovare Coronavirus e virus respiratorio sinciziale messo a punto dal team del Laboratorio di immunologia dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze diretto dalla professoressa Chiara Azzari. (Regioni.it)

Non è la prima volta che i ricercatori guidati dalla professoressa Azzari si mettono al lavoro per proteggere il Meyer La metodica che consente di rilevare entrambi i virus nella stesa provetta è stata messa a punto dalla biologa Maria Moriondo con una Pcr real time molecolare. (La Nazione)

Un piccolo che sarebbe dovuto essere ricoverato al Lotti, per mancanza di posti letto, è stato trasferito all’ospedale San Giuseppe di Empoli. In molti bambini il virus sinciziale si manifesta anche con un semplice raffreddore – prosegue il dottor Luigi Gagliardi – ma in altri casi, soprattutto nei prematuri, il virus può provocare gravi condizioni tali da dover ricoverare anche in terapia intensiva” (IlCuoioInDiretta)

Firenze, l’allarme dell’ospedale Meyer: «Boom di bimbi piccoli ricoverati col virus sinciziale»

La novità è stata messa a punto dal team del Laboratorio di Immunologia del Meyer, guidato dalla professoressa Chiara Azzari: per la prima volta, in Italia, è possibile fare diagnosi differenziale attraverso un unico prelievo e un’unica analisi. (Adnkronos)

Il virus sinciziale. Il virus respiratorio sinciziale è molto aggressivo nei bambini più piccoli, soprattutto sotto l’anno di età. La novità è stata messa a punto dal team del Laboratorio di Immunologia del Meyer, guidato dalla professoressa Chiara Azzari: per la prima volta, in Italia, è possibile fare diagnosi differenziale attraverso un unico prelievo e un’unica analisi. (insalutenews)

Lo rende noto l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Questo perché, negli adulti, il virus sinciziale è responsabile anche di semplici raffreddori che invece nei piccoli e piccolissimi possono evolvere in situazioni respiratorie anche severe» (Corriere Fiorentino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr