Mercato auto Europa 2022, continua la picchiata. Ad aprile immatricolazioni a -20%

Il Fatto Quotidiano ECONOMIA

Si aggrava la crisi del mercato europeo dell’auto: secondo i dati diramati dell’Acea, Associazione dei costruttori europei, ad aprile nei paesi UE, Efta e Regno Unito sono state immatricolate 830.447 vetture, pari al -20,2% rispetto ad aprile 2021 (e -38,3% su aprile 2019, l’ultimo precedente la pandemia).

Il conflitto alle porte dell’Europa, oltretutto, incide negativamente sulla fiducia e sulle tasche dei consumatori. (Il Fatto Quotidiano)

Su altre fonti

Nei primi quattro mesi del 2022 l'Italia ha registrato il calo piu' marcato (-26,5%), seguita da Francia (-18,6%), Spagna (-11,8%) e Germania (-9%) *** Auto Europa: Acea, nuove immatricolazioni in calo del 20,2% ad aprile. (Il Sole 24 ORE)

In forte contrazione ma contenuta rispetto ai due principali player anche BMW e Mercedes-Benz che registrano rispettivamente immatricolazioni in calo del 12,7% e del 14% da gennaio ad aprile Il mese scorso le autovetture immatricolate sono state 830.447, con un calo del 20,2% su aprile 2021 e del 38,3% su aprile 2019, periodo precedente alla pandemia. (Il Sole 24 ORE)

Il mercato delle due ruote nuove in Italia nel mese di aprile 2022 ha fatto segnare un calo di quasi il 9% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Ma quali sono state le moto più vendute? (Motociclismo.it)

Escludendo il 2020, anno della pandemia, siamo di fronte all’aprile dai volumi più bassi in assoluto da quando l’Acea effettua la rilevazione». Tutti e cinque i major market (compreso Uk) - spiega - registrano una flessione a due cifre nel mese: Italia -33%, Francia -22,6%, Germania -21,5%, Regno Unito -15,8% e Spagna -12,1%. (Il Messaggero - Motori)

Al di là della crisi economica generale, e delle problematiche contin- genti del settore, la brusca frenata tricolore è facilmente spiegabile. I costruttori hanno ripetutamente avvertito che il cambio avrebbe portato conseguenze, ma sono stati invitati ad andare avanti. (ilmessaggero.it)

Tutti i principali mercati hanno contribuito alla performance negativa della zona Europa: Italia (-33,0%), Francia (-22,6%), Germania (-21,5%) e Spagna (-12,1%). Il volume di Kia è salito del 13% a quota 47.725 unità, con una quota di mercato che è arrivata al 5,7% rispetto al 4,1% dell'aprile 2020. (AlVolante)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr