Emanuela sente le grida e corre a difendere la vicina dall’aggressione del figlio: muoiono insieme

Emanuela sente le grida e corre a difendere la vicina dall’aggressione del figlio: muoiono insieme
Leggilo.org INTERNO

Al momento, l’accusato del duplice omicidio risulta indagato dalla Procura di Civitavecchia

Le informazioni a disposizione rimangono al momento poco dettagliate, ma tutti gli indizi porterebbero gli inquirenti a sospettare della colpevolezza del trentaquattrenne.

Il Comune di Trevignano Romano sconvolto da un duplice omicidio: Graziella Marzioli ed Emanula Senese sono state uccise al culmine di una lite in via di Vigna Rossa. (Leggilo.org)

La notizia riportata su altri giornali

Sul posto sono in corso i rilievi tecnico scientifici da parte dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Ostia. Fermato dai carabinieri della compagnia di Bracciano è stato trasportato in ospedale per un Tso dove è al momento piantonato. (ilmessaggero.it)

Da comprendere infatti, i motivi che l’hanno spinto ad uccidere la mamma di 65 anni e la vicina di 76. L’uomo, 35 anni, è stato fermato dai carabinieri che sta vagliando la sua posizione e tutta la vicenda. (Ck12 Giornale)

Molto probabilmente a scatenare la furia omicida, il rifiuto della madre di Graziella di dare al figlio i soldi per comprare la droga Sono state uccise con una mazza, o forse un bastone. (Fanpage.it)

“Devi cambiare vita”: colto da raptus, uccide la madre e la vicina con un pezzo di legno

Duplice omicidio in Vigna Rosa 11 a Trevignano Romano, alla porte della Capitale. Udite le grida nell’appartamento sarebbe arrivata la vicina di casa, uccisa anche lei. (La Prima Pagina)

Dalle prime informazioni apprese le avrebbe trafitte con un bastone o una mazza al culmine di una lite. TREVIGNANO ROMANO – Duplice omicidio a Trevignano Romano, un uomo ha ucciso sua madre, Graziella Marzioli e la vicina di casa, Emanuela Senese, una donna romana, rispettivamente di sessantacinque e settantasei anni. (Paolo Gianlorenzo)

Anche la povera vicina non è riuscita a fuggire all’ira del giovane 34enne, allo stesso modo con cui aveva ucciso la madre, ovvero con un pezzo di legno, ha colpito la vicina di casa. Dopo la lite Bocchini uccide la madre con un pezzo di legno e successivamente anche la signora Emanuela, vicina di casa e amica della madre da più di trent’anni. (Periodico Italiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr