Coronavirus, "boom di casi in Cina? Un artefatto"

Adnkronos Adnkronos (Salute)

"Come per ogni virus con potenzialità pandemiche - aggiunge Lopalco - bisogna fare di tutto per impedirne o rallentarne la diffusione internazionale.

A spiegarlo è l'epidemiologo Pierluigi Lopalco, professore ordinario di Igiene dell'Università di Pisa, su 'Medical Facts', riguardo al nuovo coronavirus.

Su altre fonti

I nuovi numeri che la Cina ha comunicato sui contagi da Coronavirus sembra essere più bassa di quella comunicata quasi due settimane fa: pare che l’epidemia stia rallentando. Il picco del Coronavirus sta per arrivare, per i medici cinesi sarà tra metà e fine febbraio. (NewNotizie)

Ma, con questa notizia del Coronavirus, i miei risparmi sono al sicuro? In alcuni casi può essere fatale, cioè quando causa gravi difficoltà respiratorie, specialmente in persone con altre specifiche malattie pregresse. (Zonalocale)

Per poter utilizzare Close Contact Detector bisognerà inserire i propri dati personali, come il proprio nome ed il numero della carta d’identità. L’app ha sin da subito creato diverse polemiche in quanto fa uso di dati sensibili violando la privacy delle persone. (Lezioni Europa)

Il secondo gruppo più numeroso di casi – 15 in totale quelli ricostruiti come appartenenti alla catena – è collegato a un’altra conferenza che si è tenuta in Baviera, Germania. “Fino al 13 febbraio sono stati riportati fuori dalla Cina in totale 170 casi di Covid-19 che avevano una storia di viaggio nel gigante asiatico. (Vvox)

Dopo 14 giorni di osservazione non hanno presentato "alcun sintomo" e "sono risultati tutti ripetutamente negativi ai test per la ricerca del nuovo coronavirus".Restano in isolamento e in terapia intensiva i due coniugi provenienti da Wuhan, le loro condizioni sono stabili e la prognosi resta riservata; il cittadino italiano rientrato dalla Cina e risultato positivo al Covid-19 durante la residenza alla Cecchignola non presenta invece febbre. (Tiscali.it)

La Commissione sanitaria nazionale di Pechino ha anche precisato che sono morte 121 persone, portando così il dato dei deceduti in Cina a 1.380.La provincia di Hubei, con la sua capitale Wuhan, resta l'epicentro dell'epidemia, con ulteriori 4,823 casi. (Tiscali.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.