Italia-Francia: Mattarella accoglie Macron al Quirinale per colloquio

Italia-Francia: Mattarella accoglie Macron al Quirinale per colloquio
LaPresse INTERNO

che avverrà domani mattina

Roma, 25 nov.

(LaPresse) – Il presidente della Francia, Emmanuel Macron, è arrivato al Quirinale per incontrare il capo dello Stato Sergio Mattarella, in vista della firma del del ‘Trattato per una cooperazione bilaterale rafforzata’.

(LaPresse)

Su altri giornali

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto il presidente francese Macron al Quirinale. È un Trattato che unisce due Paesi fondatori dell'Unione europea che condividono l'impegno per la costruzione del grande progetto europeo. (Il Mattino)

È ideatrice del Concorso letterario nazionale Lingua Madre, nato nel 2005, destinato alle donne straniere residenti in Italia. Il Gruppo di studio CLM. Il Gruppo di Studio del Concorso letterario nazionale Lingua Madre (CLM) è formato da docenti italiane e straniere, svolge attività di studio e approfondimento sui temi legati alla migrazione femminile e realizza convegni, pubblicazioni, saggi (Sardegna Reporter)

Un’agenda comune sui grandi temi e le priorità condivise, dalla difesa europea al tema dei migranti, dalla transizione digitale alle questioni ambientali, senza dimenticare il fronte economico e le regole del Patto di stabilità. (La Stampa)

Mattarella a Macron: «Insieme per costruire un'Ue più forte».

Alla Presidenza francese non fanno altro che sottolineare il feeling tra Macron e Draghi A cinque mesi dalle presidenziali in Francia, Macron arriva a Roma pure per rafforzare il suo ruolo di leader europeo. (La Stampa)

Macron e Draghi firmano il Trattato del Quirinale. È questo il senso ultimo, il segnale sancito dal Trattato del Quirinale che il presidente francese Emmanuel Macron si appresta a firmare con il premier italiano Mario Draghi. (ISPI)

Questa cooperazione è posta nel quadro di riferimento europeo, più volte ricordato nel testo a partire dal preambolo, nell’ottica di un rafforzamento dell’Ue e della sua capacità di azione internazionale, nonché per la promozione congiunta di priorità comuni ai due Paesi. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr