La Banca centrale turca taglia i tassi

Altroconsumo ECONOMIA

Peggio ancora, con i tassi reali così negativi, bisogna assolutamente stare alla larga da tutti gli investimenti – azionari e obbligazionari – in Turchia

Tuttavia, l'ortodossia finanziaria sostiene il contrario (si aumentano i tassi per ridurre la domanda e quindi le pressioni inflazionistiche).

I tassi reali sono quindi in gran parte negativi.

Nella sua ultima riunione di politica monetaria, la Banca centrale turca ha abbassato i tassi di interesse al 13% (dal 14%). (Altroconsumo)

Se ne è parlato anche su altri media

La Banca centrale turca torna a muoversi controcorrente e per la prima volta nel corso di quest’anno ha ridotto i tassi, in un mondo che i tassi tende piuttosto ad alzarli per fronteggiare l’inflazione. (Corriere della Sera)

Tutto ciò è bellissimo, anche perché la Turchia sarebbe il caso classico in cui gli interessi, invece, dovrebbero aumentare. Un esperimento economico che farà impazzire i Cottarelli di turno, ma Erdogan ha scelto questa strada e vedremo dove lo porterà. (Scenarieconomici)

Turchia, le convinzioni di Erdogan affossano la lira. Contrariamente alle teorie economiche tradizionali, il presidente turco ritiene che gli alti tassi di interesse promuovano l’inflazione. Per la banca centrale, l’aumento dell’inflazione “è determinato dagli effetti ritardati e indiretti dell’aumento dei costi energetici derivanti dagli sviluppi geopolitici, dagli effetti delle formazioni dei prezzi che non sono supportate dai fondamentali economici” (Wall Street Italia)

"Èper preservare lo slancio della crescita della produzione industriale e l'andamento positivo dell'occupazione in un periodo di crescenti incertezze sulla crescita globale e di crescente rischio geopolitico - si legge nello statement della CBRT - Di conseguenza, il Comitato ha deciso di ridurre il tasso di riferimento di 100 punti base e ha valutato che il livello aggiornato del tasso di riferimento è". (Borsa Italiana)

L'inflazione ha iniziato a salire lo scorso autunno, quando la lira è crollata dopo che la banca centrale ha gradualmente ridotto il tasso di riferimento di 500 punti base al 14% in un ciclo di allentamento voluto dal presidente Recep Tayyip Erdogan, che gli esperti hanno giudicato senza senso dal punto di vista economico-finanziario. (ilmessaggero.it)

*** Turchia: abbassa i tassi di un punto al 13% dal 14% nonostante l'inflazione. (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 18 ago - La Banca centrale turca ha abbassato i tassi di interesse di un punto dal 14 al 13% nonostante la forte inflazione vicina all'80 per cento. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr