Khan, padre dell'atomica pachistana, collaborò coi fratelli Tinner

Khan, padre dell'atomica pachistana, collaborò coi fratelli Tinner
tvsvizzera.it ESTERI

Divenuto direttore della ricerca sulla fissione nucleare nel progetto, Khan si vantò di non aver mai contribuito a progettare gli ordigni.

Abdul Qadeer Khan in una fotografia del 2013.

I tre imputati erano accusati di aver collaborato tra il 1998 e il 2003 con Abdul Qadeer Khan e di essere implicati in un traffico verso la Libia di elementi destinati alla fabbricazione di centrifughe a gas per ottenere uranio arricchito

MUGHAL sda-ats. (tvsvizzera.it)

Ne parlano anche altri media

Ma all'inizio degli anni 2000 Islamabad diventò uno degli alleati strategici degli Stati Uniti nella Guerra al Terrore lanciata da George W. Bush. Divenuto direttore della ricerca sulla fissione nucleare nel progetto, Khan si vantò di non aver mai contribuito a progettare gli ordigni. (ilmattino.it)

ll presidente del Pakistan, Arif Alvi, ha dichiarato in un tweet di essere "profondamente rattristato nell'apprendere della morte del dottor Abdul Qadeer Khan", che conosceva personalmente dal 1982 Khan è deceduto dopo essere stato trasportato in ospedale a causa di problemi ai polmoni. (Notizie - MSN Italia)

Scomparso Qader Khan, “padre” dell’atomica pakistana. Migliaia di persone, fra cui alti dignitari politici e militari, hanno partecipato ai funerali di stato del padre della bomba atomica pachistana, Abdul Qader Khan, padre della bomba atomica pachistana. (Analisi Difesa)

Morto di Covid Abdul Qader Khan, lo scienziato "padre" della bomba atomica pakistana

Di recente aveva contratto il Covid e da ultimo era stato trasferito in ospedale per problemi polmonari Ma aveva una fama sinistra in Occidente: nel gennaio del 2004, aveva lui stesso confessato di essere coinvolto in una rete di contrabbando internazionale che trafficava tecnologia nucleare con la Libia e la Corea del Nord. (AGI - Agenzia Italia)

Khan è deceduto dopo essere stato trasportato in ospedale a causa di problemi ai polmoni. Secondo quanto si è appreso successivamente, Khan era malato di COVID-19 ed è morto nell’ospedale KRL di Islamabad. (Corriere del Ticino)

Il rito funebre alla moschea Faisal, la principale della città, è stato diffuso in diretta televisiva, mentre tutte le bandiere erano a mezz’asta. (fonte: Adnkronos) (Il Faro online)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr