Infermieri vaccinati continuano a contagiarsi: il sindacato lancia l'allarme

Infermieri vaccinati continuano a contagiarsi: il sindacato lancia l'allarme
La Torre dal 1905 SALUTE

Il Presidente del Sindacato Infermieri Italiani, Antonio De Palma, continua:. “I numeri sono inconfutabili, a luglio erano 250 i professionisti infettati, ad agosto siamo arrivati a 1951

Continuano a crescere i dati relativi al contagio degli infermieri che hanno, ovviamente, già ricevuto entrambe le dosi previste dal piano vaccinale.

“Le nostre indagini incrociate sui dati dell’Istituto Superiore della Sanità ci dicono che 1848 operatori sanitari, per la maggior parte ovviamente già vaccinati, si sono contagiati negli ultimi 30 giorni. (La Torre dal 1905)

Su altri media

Anche la violenza e la generale sfiducia verso gli operatori sanitari, secondo l’esperta, si può combattere con un’adeguata formazione. “Le abilità di counselling dovrebbero diventare parte integrante del bagaglio culturale del professionista sanitario, rendendo più efficace l’intervento e migliorando i risultati”, conclude Ricottini (Panorama della Sanità)

Sono già pronte le graduatorie da cui attingere, a breve si completerà anche quella per l'assunzione a tempo determinato di 160 infermieri Ma come da piano di previsione per l'organico i lavoratori a regime dovrebbero essere 2039. (Ottopagine)

Pordenone, sospesi altri 46 infermieri non vaccinati. Altri 46 dipendenti di aziende sanitarie, case di riposo e strutture private della provincia di Pordenone, sono stati sospesi dal servizio a seguito del loro rifiuto al vaccino. (triestecafe.it)

Gli infermieri: «Siamo vaccinati. Però tra noi è boom di infezioni»

“Ci interessa fare chiarezza sulla dinamica di quanto accaduto – afferma Massai – e siamo vicini alla famiglia della signora deceduta. L’anziana era ricoverata in un reparto in cui lavorava anche un’infermiera non vaccinata, iscritta a un Ordine diverso rispetto a quello di Firenze e Pistoia, che ad agosto è risultata positiva. (L'Occhio)

Siamo a disposizione di tutti i colleghi per fornire loro le informazioni necessarie a chiarire eventuali perplessità, approfondire qualsiasi questione. Ma per evitarlo la strada è una sola: vaccinarsi, rispettando il nostro ruolo e una professione basata su evidenza scientifiche non su dicerie e. (AbruzzoLive)

I sindacati degli ormai ex «angeli del Covid» denunciano: «In un mese, 1.848 di noi, quasi tutti già inoculati, si sono infettati. Le Asl lo nascondono per non dare argomenti ai dubbiosi». Nuova prova che il pass è inutileLi hanno chiamati gli angeli del Covid, per ciò che hanno fatto durante la pri (La Verità)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr