Epifani, Enzo De Luca: l'Italia perde un riferimento riformista

Epifani, Enzo De Luca: l'Italia perde un riferimento riformista
Nuova Irpinia INTERNO

“Ci ritrovammo a Roma nel 2015 al tavolo politico della coalizione che avrebbe sostenuto la candidatura di Vincenzo De Luca alla Regione Campania

De Luca ne ricorda “la dedizione al servizio dei lavoratori e dei ceti più deboli”, ma anche la passione e la grande umanità.

De Luca sottolinea il rapporto particolare che Epifani ebbe con la Campania.

Enzo De Luca ricorda quello stesso fervore di Epifani in una occasione successiva. (Nuova Irpinia)

Su altre fonti

– La scomparsa prematura di Guglielmo Epifani lascia una grande amarezza nella Camera del lavoro di Grosseto, e in quanti in questi ultimi anni la hanno frequentata da dirigenti sindacali e dipendenti, oppure in veste di militanti di base della Cgil. (IlGiunco.net)

Così l'ex ministro dell'Economia dopo la cerimonia laica. (LaPresse) “Una persona straordinaria di una qualità umana, politica e intellettuale altissima. (LaPresse)

Così l'ex segretario di Rifondazione comunista rende omaggio all'amico e collega. Resta un uomo della Cgil e così io sento la sua perdita”, ha detto l’ex segretario di Rifondazione comunista intervenuto alle esequie nella parrocchia di San Roberto Bellarmino ai Parioli, a Roma (LaPresse)

Chi era Guglielmo Epifani, l’unico socialista non colpito dalla maledizione

APPROFONDIMENTI IL RICORDO Viterbo, le visite di Epifani alla Cgil. «È stato visitatore entusiasta di fronte alla bellezza di “San Pellegrino in Fiore”. All'indomani della sua scomparsa, a ricordarlo è Antonio Filippi, già segretario della Cgil di Viterbo ed exresponsabile Politiche energetiche del sindacato. (ilmessaggero.it)

“Una scelta obbligata”, come lo stesso Epifani spiegò in un’intervista a Prima: “Lo sbocco naturale dell’operazione iniziata nel 1981 quando unimmo i poligrafici ai lavoratori dello spettacolo. Non avremmo mai potuto immaginare di scrivere un articolo in ricordo di un amico che negli ultimi tempi seguivamo da lontano come parlamentare sempre impegnato sui temi dei lavoratori (Primaonline)

Il 16 ottobre 2010 Guglielmo Epifani pronuncia il suo ultimo discorso da segretario Cgil in Piazza San Giovanni, a Roma, in occasione della manifestazione della Fiom. Il leader di Italia Viva è atterrito, alla notizia: «Con la morte di Guglielmo Epifani il sindacato e la politica italiana perdono un signore (Il Riformista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr