Da Uiju all'isola disabitata? Il volo degli ultimi missili di Pyongyang

Da Uiju all'isola disabitata? Il volo degli ultimi missili di Pyongyang
Approfondimenti:
Ticinonline ESTERI

Le autorità di intelligence di Corea del Sud e Stati Uniti stanno procedendo a un'analisi più dettagliata sulla vicenda, ha riferito il Comando di Stato maggiore congiunto.

Il target, in base all'ipotesi più accreditata, potrebbe essere stata l'isola disabitata sulla costa orientale di Al, non lontana da Rason.

Nel frattempo, il comando Indo-Pacifico degli Stati Uniti ha affermato di essere a conoscenza dei lanci di missili, ma ha valutato che «non rappresentano una minaccia immediata per il personale o il territorio Usa o per i nostri alleati»

militari sudcoreani hanno stimato che i due proiettili a corto raggio, ritenuti essere missili, lanciati oggi dalla Corea del Nord, siano partiti da Uiju, nella provincia di Pyongan del Nord, regione di nordovest al confine con la Cina (Ticinonline)

Se ne è parlato anche su altre testate

di Guido Santevecchi. La risposta di Pyongyang alla richiesta americana all’Onu di appesantire le sanzioni contro la Nord Corea a causa della sua corsa missilistica e un monito a Pechino in procinto di aprire i Giochi olimpici invernali. (GameGurus)

Il nuovo test arriva dopo che gli Usa hanno imposto nuove sanzioni su 6 funzionari nordcoreani, spingendo Pyongyang a giurare di non rinunciare mai al suo “diritto all’autodifesa”. (In Terris)

«Il ricorso ripetuto alle sanzioni non aiuterà a risolvere la questione della penisola coreana, ma intensificherà la conflittualità», ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri, Wang Wenbin, che ha criticato le misure statunitensi in risposta al lancio di missili di Pyongyang Cina a Stati Uniti: «Sanzioni non risolvono problemi». (T-mag)

Corea del Nord: arrivano le prime sanzioni dell'era Biden dopo i test con missili ipersonici

Secondo l'agenzia di stampa centrale nordcoreana (KCNA), la Corea del Nord ha testato un missile balistico da una piattaforma ferroviaria, poche ore dopo aver rilasciata una dichiarazione in cui avvertiva gli Stati Uniti, che hanno imposto nuove sanzioni a causa dei precedenti test missilistici, di un'azione più forte ed esplicita se continueranno la loro "posizione conflittuale". (TRT)

Pyongyang contro gli Usa. Dopo le sanzioni degli Stati Uniti, la Corea del Nord ha avvertito attraverso un portavoce del ministero degli Estari che ci sarebbe stata una risposta “più forte e decisa” alla misura americana. (In Terris)

"Quello che abbiamo visto negli ultimi giorni non fa che sottolineare la nostra convinzione che, se vogliamo fare progressi, dovremo impegnarci in quel dialogo", ha detto in una conferenza stampa regolare. (PPN - Prima Pagina News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr