"Ludopatia e iperattività sessuale dopo la cura": Pfizer condannata a risarcire

Ludopatia e iperattività sessuale dopo la cura: Pfizer condannata a risarcire
ilGiornale.it CULTURA E SPETTACOLO

Quelli che i malati di Parkinson americani avevano usato nei loro processi che si sono conclusi con condanne e transazioni.

Gli effetti collaterali sono stati inseriti tardi.

In poco tempo erano sopraggiunti gli effetti collaterali che gli hanno stravolto la vita

Gli effetti collaterali di un farmaco prodotto dalla Pfizer hanno portato l’azienda farmaceutica a dover pagare ben 600mila euro per risarcire un uomo di 60 anni residente in centro Italia (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Prima di assumere il farmaco l'uomo non aveva mai manifestato interesse per il gioco L'ossessione per il sesso e la ludopatia sarebbero stati gli effetti collaterali di un farmaco Pfizer Italia. (leggo.it)

La Corte d'Appello di Milano ha stabilito che Pfizer Italia dovrà risarcire mezzo milione di euro a un 60enne, il quale, dopo aver utilizzato un loro farmaco per la cura del Parkinson, ha sviluppato come effetti collaterali ludopatia e ipersessualità. (MilanoToday.it)

Non era lui infatti, era colpa delle reazioni chimiche presenti nel suo corpo dovute all’assunzione del Cabaser. E invece era colpa di quel farmaco. (Today.it)

Ludopatia e iper sessualità provocati da farmaco contro il Parkinson: ora Pfizer deve risarcire il paziente

Fino a quando ha capito che i disturbi incontrollabili erano conseguenza delle cure per il Parkinson e ha fatto causa alla casa farmaceutica. Per colpa di un effetto indesiderato di un farmaco per il Parkinson, il “Cabaser”,. (La Repubblica)

04 maggio 2021 a. a. a. Ludopatia e ipersessualità sono questi gli effetti provocati dal farmaco contro il Parkinson di Pfizer. A condannare il colosso farmaceutico è la Corte d'Appello di Milano che ha così confermato la sentenza di primo grado che aveva condannato l'azienda farmaceutica a risarcire circa 200mila euro per danni morali e circa 300mila euro per danni economici. (LiberoQuotidiano.it)

Le sentenze di primo e secondo grado di Milano confermano quello che ritenevamo, ossia che si sarebbe potuto e dovuto fornire queste informazioni molto prima” “Quei bugiardini – conclude l’avvocato Renato Ambrosio – da anni sono stati modificati e avvisano i consumatori di non farsi sorprendere dai loro comportamenti. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr