Covid, terapie intensive di nuovo sopra la soglia di allerta

Covid, terapie intensive di nuovo sopra la soglia di allerta
Virgilio Notizie SALUTE

Covid, terapie intensive di nuovo sopra la soglia di allerta Il monitoraggio dell'Agenas rivela che i posti in rianimazione per il Covid-19 hanno superato la soglia del 30% in 9 regioni. A livello nazionale i posti occupati nelle terapie intensive dai pazienti affetti da Covid-19 sono tornati ad aumentare superando di nuovo il limite massimo stabilito dalla cabina di regia degli esperti di Iss e Cts. (Virgilio Notizie)

Su altre fonti

Sono 10, però, le regioni che superano questa soglia critica, una in più rispetto al 6 gennaio. In base ai dati di ieri sono 9 le regioni in cui viene superata: Emilia Romagna (31%), Friuli Venezia Giulia (39%), Lazio (35%), Lombardia (38%), Marche (36%), Provincia autonoma di Bolzano (32%), Provincia autonoma di Trento (48%), Umbria (43%) e Veneto (36%). (Il Messaggero)

Un sanitario del reparto spiega: «A fine novembre non avevamo un solo posto ed è stato il momento peggiore della seconda ondata. Sembra che la stessa situazione si stia vivendo alla rianimazione del Policlinico dove su 14 posti 12 sono occupati. (La Sicilia)

All'ospedale Sacco, uno dei luoghi simbolo del contrasto al Coronavirus, l'ultimo saluto ai pazienti Covid avviene al di là di un vetro. Alla Multimedica non è consentito l'accesso nei reparti Covid, ma negli altri reparti le visite ai malati critici sono consentite. (La Repubblica)

I 1.000 posti “gonfiati” delle terapie intensive hanno abbassato la soglia del rischio in Veneto, causando ritardi decisivi

E' quanto emerge analizzando i dati del monitoraggio dell'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Agenas) relativi al 12 gennaio. Sono 175.429 i tamponi per il Coronavirus effettuati in Italia nelle ultime 24 ore. (Alto Adige)

Il totale delle persone ricoverate in tutta la regione sale dunque a 629: 81 in intensiva, 164 in semi-intensiva e 384 nei reparti non intensivi. Al Covid center di Civitanova occupati 53 posti letto, 17 a Camerino, 48 all'ex Malattie infettive di Macerata. (Cronache Maceratesi)

Quindi basare ogni valutazione sui 1000 posti teorici altera il risultato. Perché il Veneto diventa prima regione in Italia per la dotazione di posti in terapia intensiva? (Il Mattino di Padova)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr