Istat, la provincia di Pavia in un anno ha perso oltre l'1% della popolazione. Italia, settimo anno consecutivo di calo demografico

Istat, la provincia di Pavia in un anno ha perso oltre l'1% della popolazione. Italia, settimo anno consecutivo di calo demografico
La Provincia Pavese INTERNO

Sono comunque numerose, e concentrate nel Nord-Ovest, le province che nel 2020 perdono almeno l'1% della popolazione.

La speranza di vita alla nascita, senza distinzione di genere, scende a 82 anni, 1,2 anni sotto il livello del 2019.

Con l'eccezione del Trentino-Alto Adige, dove la popolazione è aumentata dello 0,4 per mille, tutte le regioni sono interessate da un decremento demografico.

A 65 anni la speranza di vita scende a 19,9 anni (18,2 per gli uomini, 21,6 per le donne)

Si tratta del settimo anno consecutivo in cui si registra un calo della popolazione. (La Provincia Pavese)

Ne parlano anche altre testate

Nel 2020 la sopravvivenza media viene mostrata in decisa contrazione: la speranza di vita alla nascita scende a 82 anni, 1,2 sotto il livello di due anni fa. Roma, 3 maggio 2021 - La speranza di vita degli italiani nel 2020 è scesa di 14 mesi a causa del Covid. (QUOTIDIANO.NET)

La speranza di vita alla nascita, senza distinzione di genere, scende a 82 anni, ben 1,2 anni sotto il livello del 2019. Dinamica nascite-decessi negativa nella misura di 342mila unità Covid, Istat: nel 2020 la pandemia ha causato almeno 99mila decessi in più Popolazione in calo ovunque, -384 mila residenti. (Rai News)

Subito dopo il presidente dell'Istat, Gian Carlo Blangiardo presenterà dati inediti e proiezioni sulla natalità in Italia nei prossimi decenni. Gli Stati Generali della Natalità è un grande meeting dedicato al futuro della demografia in Italia che intende lanciare un appello alla corresponsabilità per far ripartire il Paese a partire da nuove nascite. (Avvenire)

ISTAT: NEL 2020 CALA LA PRESENZA DI STRANIERI IN VALSASSINA

(LaPresse) – Il volume nasce quindi per raccontare questo pezzo di storia: la storia di un dialogo tra due culture, quella italiana e quella svedese, che qui si incontrano e confrontano, ma soprattutto la storia dell’edificio e del progetto di Gio Ponti, che in questa occasione collaborò con l’architetto svedese Ture Wennerholm, oltre che con Pier Luigi Nervi all’ideazione dell’auditorium e con Ferruccio Rossetti all’ampliamento dell’atrio di ingresso (LaPresse)

Senza distinzione di genere, questa scende a 82 anni, 1,2 anni sotto il livello del 2019 A influire, secondo l’Istat che ha diffuso il report, c’è anche la pandemia di Coronavirus. (Open)

4 Maggio 2021. VALSASSINA – Secondo i dati Istat i cittadini stranieri residenti in Valsassina al 31 dicembre 2020 sono 1.213, in pratica il 5,91 % della popolazione. A fine del 2017 gli stranieri in Valle erano 1.331 mentre nel 2015 i “non italiani” residenti in Valsassina erano 1. (Valsassinanews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr