Covid, cos'è la variante Epsilon: più resistente agli anticorpi

Covid, cos'è la variante Epsilon: più resistente agli anticorpi
Per saperne di più:
The Italian Times SALUTE

Perché non sottovalutare i rischi. L’attenzione è soprattutto rivolta al fatto che la variante Epsilon risulta più resistente agli anticorpi, dunque aumenta le possibilità che un soggetto, seppure guarito o vaccinato, possa riammalarsi.

Da dove arriva la variante Covid B.1.427/B.1.429. La variante Covid B.1.427/B.1.429, ora denominata Epsilon, è stata identificata per la prima volta in California (Usa) all’inizio del 2021 ed è stata denominata così a marzo. (The Italian Times)

La notizia riportata su altre testate

Una diffusione che, secondo Fazii potrebbe raggiungere il 90% entro fine agosto, andando a soppiantare la variante inglese. Sul fronte approvvigionamento da Fazii, conclude il presidente della Commissione Ambiente, sono arrivate rassicurazioni: le dosi ci sono (Corriere Nazionale)

Ad oggi sono 40 i casi segnalati in Danimarca, 10 in Gran Bretagna e Francia cui si aggiungono i due italiani. La Delta, ovvero la variante indiana, è quella che al momento corre di più anche in Abruzzo. (ReggioSera.it)

La variante Covid B.1.427/B.1.429, denominata Epsilon, è stata identificata per la prima volta in California, negli Stati Uniti, all'inizio del 2021 e “battezzata” a marzo. Ci sono solo due casi riconosciuti in Italia di questa variante che sta arrivando dai Paesi più poveri del pianeta. (Il Sole 24 ORE)

Coronavirus, spunta la variante Epsilon: due i casi già rilevati in Italia - Il Quotidiano del Sud

Dopo la variante Delta arriva quella Epsylon del Covid. Purtroppo nelle ultime settimane, con il ritorno degli assembramenti, legati anche ai festeggiamenti per la vittoria agli Europei della Nazionale Azzurra, abbiamo registrato un’impennata dei contagi da variante Delta e resta poi il problema degli asintomatici che oggi sfuggono ai controlli, non disponendo più degli screening di massa. (IlPescara)

Come riporta l'agenzia Adnkronos, lo ha detto in audizione in commissione Ambiente del Comune di Pescara. Una diffusione che, secondo Fazii potrebbe raggiungere il 90% entro fine agosto, andando a soppiantare la variante inglese (ChietiToday)

Identificata per la prima volta in California, la variante Epsilon è ancora poco diffusa in Europa secondo la banca internazionale Gisaid, che raccoglie le sequenze genetiche dei virus. In Europa sono stati rilevati casi in Danimarca (37 casi), Germania (10), Irlanda e Francia (7), Olanda e Spagna (5), Svizzera (4), Norvegia (3), Svezia, Finlandia e Italia (2), Belgio (1) (Quotidiano del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr