Ryanair chiude l'anno in rosso di 815 milioni: pesa la pandemia

L'Eco di Bergamo ECONOMIA

Il traffico è sceso dell’81% a 27,5 milioni, rispetto ai 149 milioni dell’anno precedente.

Ryanair, in una nota di lunedì 17 maggio, ha ribadito che il traffico rimarrà in una gamma da 80 milioni a 120 milioni di passeggeri per il prossimo anno finanziario che termina a marzo 2022

Sui risultati pesano le restrizioni Covid-19 per la compagnia aerea low cost che ha ad Orio al Serio uno dei suoi principali scali italiani. (L'Eco di Bergamo)

Ne parlano anche altre fonti

La catena di fallimenti. . Ryanair afferma che, se si escludono le voci straordinarie, la perdita è di 815 milioni, contro un utile di un miliardo nell’esercizio precedente. Per questo, si può pensare «a una forte ripresa dei viaggi aerei, dei posti di lavoro e del turismo nella seconda metà dell’attuale esercizio». (Il Sole 24 ORE)

Ryanair, col Covid perdite per 815 milioni di euro. Dal primo aprile 2020 al 31 marzo 2021, infatti, si è avuto un fatturato di 1,64 miliardi di euro, con una diminuzione pari all’81 per cento, un fatto mai accaduto prima nella storia della compagnia. (Prima Saronno)

Vestager: «Evitare scelte irreversibili». Ryanair ha ribadito che il traffico rimarrà in una gamma da 80 milioni a 120 milioni di passeggeri per il prossimo anno finanziario che termina a marzo 2022. Ryanair ha registrato una perdita di 815 milioni di euro per l'anno terminato il 31 marzo, rispetto al profitto di 1 miliardo euro l'anno precedente. (ilmessaggero.it)

Sorahan ha anche espresso preoccupazione per un aumento delle infezioni da covid in India Il traffico è sceso dell’81% a 27,5 milioni, rispetto ai 149 milioni dell’anno precedente. (Giornale di Sicilia)

Il crollo dei passeggeri nell’anno del Covid «Il traffico aereo - riporta Ryanair - si è sgretolato quasi dall’oggi al domani, da 149 milioni di passeggeri a soli 27,5 milioni a causa dei divieti di volo, delle restrizioni e della chiusura dei confini nazionali», commenta l’azienda. (Corriere della Sera)

Tenendo conto delle variazioni dei prezzi del petrolio e dei cambi - spiega la compagnia aerea in una nota - la perdita al netto delle tasse ha raggiunto 1 miliardo di euro. Ryanair ha definito l'anno 2020/21 "il più impegnativo" nei suoi 35 anni di storia. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr