Pil, ottimismo per il dato sul 2otrimestre atteso domani. Gli Usa crescono meno delle attese (+6,5%) ma…

Il Fatto Quotidiano ECONOMIA

L’ottimismo sul dato di domani trae origine dai dati economici già noti relativi al periodo in esame.

Ancora una volta la spinta principale è arrivata dai consumi privati saliti di quasi il 12%

Tra aprile e giugno l’economia è cresciuta del 6,5%, meno delle attese degli analisti, ma abbastanza per recuperare i livelli pre pandemia.

Ma gli umori sul dato del Prodotto interno lordo italiano nel secondo trimestre dell’anno sono luminosi. (Il Fatto Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Sorpresa positiva dal Pil dell’Italia che nel secondo trimestre ha accelerato più del previsto, dando un segnale incoraggiante riguardo la ripresa economica in atto dopo un inizio 2021 in lieve recupero. (Wall Street Italia)

Nel secondo trimestre del 2021 l’Istat stima un aumento del 2,7% rispetto al trimestre precedente e del 17,3% in termini tendenziali in riferimento allo stesso trimestre del 2020, quando crollò di più del 12%. (quoted business)

Nel trimestre, la performance dell’economia italiana è stata circa in linea con quella spagnola (2,8% t/t) e decisamente migliore rispetto a Germania (1,5% t/t) e Francia (0,9% t/t).Per i prossimi trimestri sarà essenziale la parabola della risalita dei contagi dettata dal diffondersi della variante delta. (Finanza.com)

Un clima positivo e di miglioramento generale delle prospettive, dunque, su cui però pesano dubbi ed incertezze legate all’andamento della situazione sanitaria Una crescita sopra le attese, accelerata dal ritorno in zona bianca dell’Italia e dalle riaperture delle attività economiche, come attesta la performance positiva del settore servizi. (AGIMEG)

Inferiore anche il dato della Francia, dove il Pil è salito dello 0,9% contro la crescita zero dei primi tre mesi dell’anno. Meglio dell’Italia solo la Spagna, con +2,8% trimestrale, arrivato grazie al dato dei consumi interni che si attesta a +6,6% (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

Un clima positivo e di miglioramento generale delle prospettive, dunque, su cui però pesano dubbi ed incertezze legate all’andamento della situazione sanitaria La spinta sembra proseguire anche nel trimestre estivo, come suggerisce il rafforzamento di luglio dell’indice di fiducia di consumatori ed imprese. (ilMetropolitano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr