Coronavirus: chi sono i “superdiffusori” e come riconoscerli

Meteo Web Meteo Web (Salute)

Ha fatto scalpore la notizia, di qualche giorno fa, di un super diffusore inglese che era riuscito a contagiare 11 persone e che è stato dimesso l’altro ieri.

Innanzitutto un super diffusore è colui che è riuscito a trasmettere la patologia ad almeno 8 persone.

Su altre testate

"Come per ogni virus con potenzialità pandemiche - aggiunge Lopalco - bisogna fare di tutto per impedirne o rallentarne la diffusione internazionale. A spiegarlo è l'epidemiologo Pierluigi Lopalco, professore ordinario di Igiene dell'Università di Pisa, su 'Medical Facts', riguardo al nuovo coronavirus. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.