La Turchia fa il contrario del resto del mondo: abbassato il tasso di riferimento della Banca Centrale nonostante l’inflazione

Scenarieconomici ECONOMIA

La Turchia dovrebbe deprimere l’economia, frenando l’inflazione e il deficit di partite correnti e bilancia commerciale, e per farlo dovrebbe mandare i tassi di interesse alle stelle o quasi.

Un esperimento economico che farà impazzire i Cottarelli di turno, ma Erdogan ha scelto questa strada e vedremo dove lo porterà.

Tutto ciò è bellissimo, anche perché la Turchia sarebbe il caso classico in cui gli interessi, invece, dovrebbero aumentare. (Scenarieconomici)

Su altre fonti

La Banca centrale turca torna a muoversi controcorrente e per la prima volta nel corso di quest’anno ha ridotto i tassi, in un mondo che i tassi tende piuttosto ad alzarli per fronteggiare l’inflazione. (Corriere della Sera)

Nella sua ultima riunione di politica monetaria, la Banca centrale turca ha abbassato i tassi di interesse al 13% (dal 14%). I tassi reali sono quindi in gran parte negativi. (Altroconsumo)

La mossa ha sorpreso gli analisti, che si aspettavano un tasso fermo a quota 14%, e ha affossato la lira, anche se poi la valuta ha recuperato parte del terreno perso. "Èper preservare lo slancio della crescita della produzione industriale e l'andamento positivo dell'occupazione in un periodo di crescenti incertezze sulla crescita globale e di crescente rischio geopolitico - si legge nello statement della CBRT - Di conseguenza, il Comitato ha deciso di ridurre il tasso di riferimento di 100 punti base e ha valutato che il livello aggiornato del tasso di riferimento è". (Borsa Italiana)

La mossa ha sorpreso gli analisti, che si aspettavano un tasso fermo a quota 14%, e ha affossato la lira, anche se poi la valuta ha recuperato parte del terreno perso. (ilmessaggero.it)

Turchia, le convinzioni di Erdogan affossano la lira. Contrariamente alle teorie economiche tradizionali, il presidente turco ritiene che gli alti tassi di interesse promuovano l’inflazione. Per la banca centrale, l’aumento dell’inflazione “è determinato dagli effetti ritardati e indiretti dell’aumento dei costi energetici derivanti dagli sviluppi geopolitici, dagli effetti delle formazioni dei prezzi che non sono supportate dai fondamentali economici” (Wall Street Italia)

*** Turchia: abbassa i tassi di un punto al 13% dal 14% nonostante l'inflazione. (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 18 ago - La Banca centrale turca ha abbassato i tassi di interesse di un punto dal 14 al 13% nonostante la forte inflazione vicina all'80 per cento. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr