Decreto imprese allo studio, 200 miliardi per prestiti

Sky Tg24 Sky Tg24 (Economia)

Con il decreto imprese, aggiungono fonti del ministero dell'Economia, arrivano "oltre 400 in più rispetto ai 350 miliardi già previsti nel dl cura Italia".

Intesa per un pacchetto di liquidità in grado di mobilitare 400 miliardi e garanzie dello Stato al 100% per i prestiti fino a 25mila euro alle piccole e medie imprese.

La notizia riportata su altre testate

Copre l’80% per imprese con fatturato tra 1,5 miliardi e 5 miliardi di euro o più di 5000 dipendenti. Secondo fonti del Ministero dello Sviluppo l’accordo prevede a seconda delle dimensioni dell’azienda le seguenti garanzie dello Stato: 100% fino a 25 mila euro senza alcuna valutazione del merito di credito; 100% (di cui 90% Stato e 10% Confidi) fino a 800.000 euro senza valutazione andamentale; 90% fino a 5 milioni di euro senza valutazione andamentale. (Agenpress)

Sono le parole del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte nella confeenza stampa di presentqazione del decreto di aprile. Primo Piano del 06 aprile 2020 | 20:50. Giuseppe Conte. «Con il decreto appena approvata diamo liquidità per 400 miliardi di euro alle nostre imprese, che siano piccole, medie, grandi». (Italia a Tavola)

L’importo viene restituito in 100 rate a partire dal gennaio 2022 con interessi a carico dello Stato. La banca eroga il prestito velocemente, senza burocrazia e senza controlli di rating grazie alla garanzia statale al 100%. (FrosinoneToday)

Il tema toccato dall’incontro ha riguardato i prestiti alle imprese, una delle parti fondamentali del decreto Aprile, che dovrà mettere in campo delle garanzie statali per permettere agli imprenditori di ricevere liquidità ed evitare il fallimento. (Notizie Oggi 24)

Golden Power: si tratta di una norma che è già presente nel nostro ordinamento nazionale, pensata per proteggere alcuni settori strategici dell’industria italiana che è nata nella sua forma attuale nel 2012, e che nel decreto liquidità annunciato oggi dal Governo Italiano si allarga a nuovi settori industriali alla luce della inevitabile crisi economica che seguirà la fase di lockdown a cui l’Italia è stata costretta dall’emergenza Covid19. (StartupItalia.eu)

La banca eroga il prestito rapidamente, senza burocrazia e senza controlli di rating grazie alla garanzia statale al 100%. Hanno chiuso negozi, aziende, studi professionali, lo Stato è stato costretto a chiudere scuole, università e ogni altra attività correlata. (ImperiaNews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.